MISTICO HAPPEL JUVENTUS MINKIA CLUB


Il blog del tifo juventino mistico happelliano

... Guida cosmica per juventini vagabondi ...
qui la mischia è ordinata ...
qui si tengono le castagne, la sopressa de casada, il lardo ed il vino buono

... contiene espressioni di superbia,
arroganza, vi sono le parolacce e le donnine no perchè se le vede la moglie...

... il calcio per il resto è sempre lo stesso ...
22 koglioni in mutande che corrono dietro ad un pallone del kazzo ...

Se ne consiglia la visione a Juventini Superdotati ...



giovedì 19 maggio 2011

CONOSCIAMO MEGLIO... LUIS ANDRE' VILLAS BOAS



Ambito dai club più prestigiosi del mondo, tra cui la nostra Juventus, si sta mettendo in luce questo giovanissimo allenatore portoghese, che con il Porto ha suscitato grande curiosità da parte di tecnici e tattici. approndiremo in queste righe la sua storia professionale(molto particolare) e il suo modo di fare calcio.

CARRIERA
 
"Non ho mai pensato di fare il calciatore, anche perchè non ne avrei mai avuto il tempo."
 
Come detto il curriculum di Andrè Villas Boas è molto particolare, con una serie di coincidenze, e capiremo subito il perchè. La storia dell'allenatore più giovane della Liga portoghese comincia in un palazzo di lusso di Oporto. Nel 1993 Andrè è un ragazzino 16enne appassionato di videogame a sfondo calcistico quando comincia ad approfondire il calcio dal punto di vista statistico e tattico. L'anno seguente nell'ingresso di quel palazzo fa un incontro particolare: con Bobby Robson, allenatore del Porto(squadra del cuore di Villas Boas), che si era appena trasferito nello stesso lussuoso palazzo di Andrè. Dalle chiacchierate di circostanza il 17enne Villas Boas passa quasi subito a parlare di tattica arrivando con il tempo ad illustrare all'esperto allenatore di fama internazionale come usare meglio il suo centravanti Domingoz. Robson rimane talmente impressionato dalla competenza di quel ragazzino che lo ingaggia nel suo staff. In quello stesso staff c'era anche Josè Mourinho. L'influenza di Robson porterà Villas Boas ad ottenere a soli 17 anni(fuori dall'età minima) il Patentino UEFA C. Inizia una collaborazione con Robson-Mourinho, durata per molto tempo, nel 96 infatti è a Barcelona e ci resta fino al 2000. Nel 2001, a soli 23 anni, Villas Boas diventa CT di una nazionale: le Isole Vergini Britanniche, ma l'esperienza finisce dopo sole due partite, in particolare dopo una pesante sconfitta per 0-9 e la qualificazione ai Mondiali 2002 sfumata. Villas Boas così torna ad Oporto a vestirsi di biancoblù , occupandosi delle giovanili. In seguito all'arrivo di Mourinho come allenatore della prima squadra, Villas Boas viene promosso come allenatore in seconda. Inizia una lunga collaborazione con l'attuale tecnico del Real Madrid, durata 7 anni tra Porto, Chelsea ed Inter.

Quando si presenta l'occasione da prima guida tecnica Villas Boas non tentenna e torna in Portogallo. L'offerta gli arriva dall'Academica, in una situazione difficile: squadra all'ultimo posto, demotivata, in crisi. I risultati non tardano ad arrivare, in poco più di otto mesi la zona critica è solo un ricordo ed a fine stagione la compagine bianconera si piazza all’ottavo posto ed alla semifinale di Coppa di portogallo. Alla fine della stagione riceve un'offerta dal Porto con cui inizia una cavalcata incredibile e imbottita di successi. Ad Agosto vince la Supercoppa di Portogallo battendo il Benfica. Attualmente ha già vinto la Primeira Liga portoghese con 5 giornate di anticipo, ad oggi imbattutto(27 vittorie e 3 pareggi, 73 goal fatti e 16 subiti) ed è in finale di Coppa portoghese. In Europa League vince il Girone e raggiunge la finale eliminando, tra le altre, il CSKA e il Villareal con uno storico 5-1. Il 18 Maggio 2011 il Porto di Villas Boas si laurea campione d'Europa battendo per 1-0 lo Sporting Braga(al quale, per la cronaca, in campionato per adesso ha dato 38 punti di vantaggio).
 
LA FILOSOFIA TATTICA

Il pensiero tattico e l'atteggiamento

Basta vedere per una sola mezzoretta giocare il Porto di Villas Boas per capire quale sia l'intento dell'allenatore. Difesa alta, pressing asfissiante e in zona superoffensiva, velocità nelle transizioni, gioco elettrizzante e molto vivace. In una parola, divertente. E propositivo. La squadra è molto attiva non sono il fase di possesso ma anche in fase di non-possesso, aggressiva e molto corta. Non conosco i metodi di allenamento di Villas Boas e quello che è scritto in queste righe è solo in funzione delle partite e di quello visto sul campo di gioco, ma da quello che si può intuire credo che in allenamento dia molto risalto all'intensità: il Porto gioca "veloce" e questo gli permette di non soffrire mai l'avversario e di trovare subito le contromisure.

Il Modulo

Il Porto di Villas Boas è una delle poche squadre al mondo a giocare con il "vero" 4-3-3, con 3 attaccanti, uno centrale e due centro-laterali, molto alti che difficilmente si vedono arretrare o stare dietro la linea della palla. I numeri in se e per sè, il modulo, è un aspetto marginale rispetto alla mentalità. Mi preme quindi sottolineare che il Porto di Villas Boas gioca un calcio offensivo, aggressivo, molto verticale e velocizzato. Da qui credo sia giunta la scelta di Villas Boas di utilizzare il 4-3-3 in quanto con questo modulo si riescono a portare un buon numero di giocatori in fase offensiva, si riescono a creare situazioni di superiorità numerica sia sull'esterno che nella zona centrale e nevralgica e si riesce ad attuare una pressione superoffensiva. Inoltre le 3 punte fatte rimanere volontariamente alte consentono una fuidità invidiabile nelle transizioni.

Le caratteristiche dei giocatori

Essendo praticamente la prima esperienza da allenatore di prima squadra per Villas Boas, è difficile inquadrare quali possano essere i giocatori da lui preferiti e le caratteristiche tecniche tattiche e fisiche che l'allenatore portoghese predilige, come fatto in passato con allenatori come Mazzarri, Delio Rossi, etc. Passero' in rassegna quindi i giocatori del Porto che si son messi in mostra sotto la guida di Villas Boas.

-Difesa: mi preme sottolineare il gran lavoro dal punto di vista qualitativo e quantitativo dei terzini del Porto, Sapunaru(dx) e Pereira(sx). Villas Boas non gioca praticamente mai con i terzini bloccati, ai quali è chiesto sempre la sovrapposizione e l'iniziativa, anche se fatta con i tempi di gioco sbagliati. La superiorità numerica sulle fasce la garantiscono proprio i terzini che sono chiamati ad un lavoro di grande generosità e dispendio fisico. La linea difensiva tenuta quasi sempre molto alta, comunque, consente a Sapunaru e Alvaro Pereira di "coprire" meno fette di campo, o meglio, di non prolungare troppo l'allungo-scatto in fase offensiva. Sono giocatori comunque con elevate capacità condizionali.

-Centrocampo: il centrocampo è a 3, con un mediano davanti alla difesa e due mezzali. Fernando, il mediano, con grande fisicità è il "braccio armato" e compie un gran lavoro soprattutto in fase di non possesso, grande quantità nel pressing soprattutto nelle transizioni negative(=quando il Porto perde palla). Nel ruolo di mezzali Villas Boas quest'anno ha schierato più spesso Moutinho(centrosx) e Guarin(centrodx). Le caratteristiche sono complementari nel senso che Moutinho è più "regista" e Guarin si inserisce di più senza palla, ma sono giocatori completi che sanno interpretare al meglio le due fasi di gioco. Guarin è il giocatore che si è messo più in mostra specie in zona goal, straordinario nell'interpretare entrambe le fasi di gioco, dotato di una grande sapienza tattica e "senso" dell'assist, oltre che di grande doti tecniche e facilità di calcio.

-Attacco: il tridente offensivo generalmente è formato da Hulk a destra, Falcao in mezzo e Rodriguez oppure Silvestre Valera a sinistra. Falcao gioca molto su movimenti verticali, soprattutto sulla profondità, essendo un uomo d'area dotato di grandissimo "fiuto" del goal e di grandi capacità in fase di finalizzazione. Gli attaccanti esterni vengono talvolta vengono anche invertiti durante la partita, ma in generale Hulk gioca a dx e Rodriguez o Valera a sx. Hulk è il giocatore più potente fisicamente tra gli attaccanti, mancino naturale, schierato a destra per le grandi capacità di tiratore dalla distanza. Non cerca la profondità ma i suoi movimenti sono a "tagliare" in mezzo al campo, proprio per consentirgli una maggior fetta di campo nel tiro e maggior visione dello specchio della porta. Rodriguez è il meno prolifico a livello di signature, avendo anche caratteristiche più difensive rispetto ai suoi compagni di reparto.

Una piccola parentesi sul portiere brasiliano Helton che, data la linea dei difensori molto alta, staziona anch'egli molto alto quasi in posizione di "libero" ed è spesso chiamato ad uscite, portiere dotato di buona reattività e velocità. In fase di possesso generalmente Helton è chiamato a giocare corto sui difensori centrali, per iniziare una costruzione bassa e quasi mai lo si vede rinviare lungo.
 
La fase di non-possesso palla e l'atteggiamento difensivo

Avrete intuito che l'atteggiamento senza palla della squadra di Villas Boas è molto aggressivo. La linea di difesa è a 4, molto alta e votata sicuramente più verso l'anticipo che all'attendismo. L'aggressività e l'atteggiamento offensivo non devono però creare confusione, dato che il Porto attualmente è la squadra con la più bassa media di goal subiti tra tutte le squadre europee(0.54 a partita). Analizzero' quelli che sono i comportamenti fondamentali del Porto di Villas Boas in fase di non-possesso.
 
Inanzitutto focalizziamo la grande capacità di "reazione" e di lettura situazionale della linea difensiva per quanto riguarda la gestione della palla libera e della palla coperta. Una dovuta parentesi la apriamo per illustrare cosa si intende per palla libera e palla coperta. In linguaggio tecnico la palla coperta è una situazione di gioco in cui il giocatore in possesso palla ha difficoltà a giocare la stessa, perchè pressato dall'avversario/ha sbagliato il controllo della sfera/è stato servito male o con una palla alta. Gli mancano quindi lo spazio ed il tempo per una giocata facile o una verticalizzazione vantaggiosa. 
Si definisce invece palla libera o scoperta un situazione "pericolosa", in quanto il giocatore avversario in possesso di palla ha tempo e spazio a disposizione per una giocata a proprio piacimento.


Palla coperta e palla libera sono due situazioni importantissime per la gestione della fase di non possesso di una squadra, dei riferimenti visivi fondamentali per i difensori, poichè attraverso una corretta lettura ci si comporta di conseguenza: il famosissimo "elastico" difensivo che tutte le squadre(chi più chi meno) attuano. Consiste, in generale, nell'avanzare "compatti" in fase di palla coperta e di indietreggiare, comprendo preventivamente "l'imbuto" dello specchio della porta, in fase di palla libera.
Questo è un concetto base nel gioco del calcio che tutti i tecnici allenano, fa parte dei criteri-guida, ma il Porto di Villas Boas ne fa davvero un punto di riferimento praticando l'elastico in maniera aggressiva, cercando di creare continuamente situazioni di palla-coperta soprattutto con la pressione dei suoi centrocampisti. Vedremo sempre una difesa molto alta, che cerca di salire e di fare "il passettino" in continuazione "togliendo" di fatto la profondità ai giocatori offensivi avversari, mettendoli "in crisi" sia tecnica che psicologica in quanto sono costretti sempre a stare attenti a non finire in fuorigioco. L'atteggiamento e la lettura situazionale della palla libera/coperta del Porto di Villas Boas è molto simile a quello della Juventus di Ranieri per intenderci.

Un altro aspetto fondamentale che si riconosce nel Porto di Villas Boas è il pressing ultra-offensivo. La squadra è molto aggressiva e applica una pressione sistematica a partire dalla fase di costruzione della squadra avversaria, quindi un pressing molto alto a partire dalla trequarti avversaria(ultraoffensivo), i giocatori del Porto sono molto bravi a comprimere gli spazi ed i tempi di giocata agli elementi della squadra in possesso palla in modo da rendere complicato lo sviluppo della manovra offensiva avversaria e facilitare la riconquista della palla. La caratteristica del Porto è che questo pressing è fatto "in avanti" perché la squadra per la sua attuazione esegue dei movimenti collettivi ad avanzare(differenziandosi da quello "all'indietro" in cui ci sono movimenti a scalare nelle retrovie con i centrocampisti che si abbassano, avvicinandosi ai difensori, per raddoppiare o coprire zone particolarmente pericolose). Questa particolarità del pressing "in avanti" è tipico delle squadre che interpretano un calcio offensivo o comunque propositivo(l'esempio più calzante è il pressing che attua il Barcelona), e lo si nota soprattutto nelle fasi di transizione negativa. Quando il Porto perde palla difficilmente lo si vede "scappare" all'indietro ma si accorcia in blocco verso la zona-palla, in avanti. Tra le fila del Porto è il mediano Fernando a "mordere" più di tutti ed a contrastare, a volte letteralmente sradicando il pallone dai piedi dell'avversario. Da ripetere, comunque, che l'atteggiamento è generale, perchè a seguire compatta tutta la squadra, che si preoccupa di accorciare le distanze e nello stesso tempo di stringere gli spazi in zona-luce per la ripartenza degli avversari.

Il pressing ultra-offensivo è quindi la scelta di Andrè Villas Boas, e garantisce alla squadra enormi vantaggi sia dal punto di vista tattico che psicologico. Impostando un pressing così alto e comunque aggressivo, il Porto riesce a recuperare il pallone in tempi relativamente brevi ed a ripartire efficacemente grazie alla posizione dei 3 attaccanti sempre aldilà della linea del pallone. Anche dal punto di vista psicologico e mentale vi sono dei vantaggi: l'impressione che si ha vedendo giocare il Porto(e che probabilmente hanno gli stessi giocatori) è quella di una squadra che riesce ad "annichilire" e schiacciare gli avversari.

Riassumendo possiam dire che la scelta di questo comportamento in fase di non-possesso risponde, per coerenza, ad una filosofia precisa: attuare un calcio propositivo, attivo, anche in fase di non possesso palla. Anche se l'avversario di turno ha il controllo del pallone, i veri "padroni" del gioco sono sempre gli uomini di Villas Boas che martellano l'avversario portandolo ad uno "stress" continuo, sottoponendolo al proprio ritmo ed alla propria intensità.
Sui calci da fermo la squadra di Villas Boas si difende a zona, quasi sempre con 7 giocatori in area.

La fase di possesso palla: i flussi di gioco

E' chiaro che la fase di possesso palla è strettamente collegata a quella di non-possesso. Buona parte delle azioni pericolose del Porto sono infatti scaturite dall'atteggiamento aggressivo in fase di pressing sull'avversario e molti goal nascono da "break" e sulla conseguente transizione. La squadra di Villas Boas come già detto recupera palla quasi sulla trequarti avversaria e con pochi passaggi arriva alla conclusione. Gli esterni offensivi alti garantiscono una grande fluidità nelle ripartenze.
In fase di costruzione il Porto di Villa Boas ha fatto vedere diverse soluzioni. Generalmente la palla la gestiscono i difensori centrali, che giocano corto sul centromediano(Fernando). Se quest'ultimo ha luce e non è pressato smista verso i terzini, altrimenti la scarica ancora una volta verso i difensori.

La squadra è molto brava nello sfruttare le catene laterali(terzino-mezzala-esterno alto) e nei movimenti contrari: ad esempio, in posizione laterale con palla al terzino, l'attaccante esterno va incontro e la mezzala "taglia dietro" andando a cercare la profondità. Il terzino il più delle volte opta per la soluzione lunga e la verticalizzazione alta verso la mezzala. Lo schema, fatto con i tempi giusti, porta quest'ultima sul fondo o comunque in posizione vantaggiosa, fronte alla porta.
I terzini fanno un grande lavoro a livello offensivo. Premettendo che la palla sia in zona centrale, al mediano o alla mezzala, libero di giocare, avvengono due movimenti contemporanei: il "taglio" all'interno dell'attaccante esterno e l'inserimento del terzino nello spazio vuoto lasciato dal proprio compagno. Il mediano quindi servirà il terzino che, se contrastato dall'avversario cerca l'uno-due con l'ala(in posizione più interna dopo il taglio) e arriva al cross. Per questa giocata classica sono importanti le qualità del terzino, che deve essere bravo nella guida della palla e deve attaccare lo spazio con i tempi giusti.

Un'altra soluzione osservata con buona regolarità riguarda sempre la partecipazione tra terzino-ala. Palla al difensore centrale che serve quasi in orizzontale il terzino. L'attaccante esterno, che nel frattempo ha assunto una posizione larghissima, quasi sulla linea del fallo laterale, finta un movimento incontro per poi partire in profondità quando il terzino stoppa la palla(possibilmente "dentro" il campo). Verticalizzazione profonda del terzino all'esterno nello spazio che si è creato con il contromovimento. Il terzino in questo caso non accompagna l'azione(essendo lontano dalla zona palla) e sarà il centromediano ad accorciare e a dargli l'appoggio.

La fase offensiva presuppone quindi la partecipazione di 6-7 uomini, ed in costruzione dell'azione il possessore di palla ha almeno 3 opzioni di gioco. Due appoggi ed una profonda, nel frattempo nella zona opposta alla palla tre giocatori si preparano per "chiudere" l'azione verso l'area avversaria. Le tre linee di passaggio(corto, lungo e in diagonale) sono quindi sempre occupate dai compagni e tutto questo garantisce una elevata efficacia in fase di possesso palla. L'attaccante centrale si muove su tracce verticali, generalmente lavora su contromovimenti corto-lungo ed ha "semplicemente" il compito di finalizzare.
I tagli dentro il campo dell'attaccante esterno sono quasi sempre una costante nel gioco di Villas Boas, ma la vera linfa vitale nella manovra offensiva la offrono sicuramente le mezzali ed i terzini. La squadra è molto incline alla verticalizzazione, al gioco in velocità, le mezzali soprattutto sono in continuo movimento, e non danno punti di riferimento grazie alla varietà nei movimenti di smarcamento: vanno incontro od in profondità, in diagonale, sul fondo. I compagni si muovo di conseguenza e con i tempi giusti, insomma un belvedere.
Il Porto di Villas Boas completa la sua pericolosità con i calci da fermo. Non staremo a spiegare nel dettaglio i vari schemi su palla inattiva ma la squadra portoghese ha fatto vedere diverse soluzioni, generalmente portando 6 giocatori in area avversaria.
 
CONCLUSIONI

Spazio alle opinioni personali. Parlando di Villas Boas probabilmente parliamo di un "talento" naturale. Probabilmente nato con le stigmate da allenatore ed una sorta di "memoria prenatale" per il calcio, il sottoscritto ritiene Villas Boas un allenatore di enormi capacità. Un allenatore moderno, innovativo e coraggioso, senza paura di perdere. Molto più preparato ed idoneo di Antonio Conte nell'incarnare la figura del "giovane allenatore" che arriva alla Juventus e diventa il fautore di nuovi successi. Attualmente credo che siano pochi/pochissimi i giocatori adatti per il suo gioco nella Juventus. Questa lacune si contestualizzano specialmente nei laterali difensivi ed a centrocampo dove si potrebbe notare la somiglianza(ingannati secondo me dall'aspetto fisico) tra Fernando e Melo, ma dopo svariate partite osservate con attenzione posso dire che la differenza tecnica e tattica tra i due giocatori c'è, soprattutto a livello di lettura situazionale e di senso della posizione. Non escludo però che un allenatore come Villas Boas possa rivalutare Felipe Melo. Due terzini con elevate capacità fisiche sarebbero d'obbligo, visto che i terzini con Villas Boas sono chiamati a sforzi continui. Nessun giocatore attualmente ha queste caratteristiche, in parte De Ceglie e Motta, ma date le loro amnesie difensive(soprattutto per quando riguarda Motta) a mio parere reciterebbero, in una Juve ideale, la parte delle riserve. Avanzando nei ruoli, Villas Boas avrebbe a disposizione un'ala "lineare" come Krasic ed un'attaccante di buon livello e puntuale in zona-rete come Matri, mancherebbe a sinistra un giocatore "alla Robben", più fantasioso, più dribblomane ed incline a dialogare, magari che rientri e tiri a rete. Più seconda punta che un'ala pura come Krasic. Si fanno i nomi più disparati, da Aguero a Ribery, ma al sottoscritto viene in mente che in caso di budget ridotto sarebbe meglio spendere in altri ruoli(terzini di difesa-centrali di centrocampo) e che l'ideale nel ruolo sarebbe un "rinnegato" alto 1.64mt che in questa stagione, proprio in quella posizione, quasi ogni Domenica ha illuminato il Tardini con le sue giocate.
Tralasciando questa parentesi sui giocatori, l'allenatore c'è e possiede grandi qualità, oltre ad essere giovanissimo, sarebbe il caso che un club prestigioso come la Juventus, attualmente in crisi, si affidi a Villas Boas per ricostruire una squadra, ricreando uno spogliatoio, ed un 11 in campo con un gioco piacevole e tornare finalmente a riempire la Bacheca con un nuovo ciclo vittorioso.

- Mr. Baggio18 -

153 commenti:

nicecool ha detto...

Ottimo articolo baggio.

Forse la partita di ieri sera non ha messo in mostra le caratteristiche dell'allenatore, occorreva magari seguirlo di più quest'anno. Incontro troppo confusionario e male assortito.

Ci vorrebbe ora un articolo su Conte....ahi, ahi, ahi........

Gobbo Trentino ha detto...

per scriverlo ci vogliono quattro evangelisti ...

baggio ha detto...

Ottimo articolo baggio.

Forse la partita di ieri sera non ha messo in mostra le caratteristiche dell'allenatore, occorreva magari seguirlo di più quest'anno. Incontro troppo confusionario e male assortito

_______

grazie

m'è costato un pò di ore di sonno(per visionare le partite) ma questo ed altro per il minkia blog!

la partita di ieri sera pur non essendo la regola è comunque indicativa su alcune cose, specie nei movimenti contrari di cui vi ho parlato

il Braga ieri è stato bravo a giocare sulla difensiva per questo il Porto non è stato efficace come sempre.

però gioca a calcio e si vede


a differenza di molti utenti che rispetto, su VS(tipo PDBE), per me il Boa è 10000 volte avanti a Conte

e posso dire di "conoscere" entrambi.

SJ ha detto...

PRATICAMENTE UN MAIFREDI PORTOGHESE


:-)


SCUSAMI B18 CE L'AVEVO IN CANNA E NON HO SAPUTO RESISTERE...

Tex Willer ha detto...

e allora dateci il boa
a propò qui è stato trovato un boa di 2 metri a passeggio e allora è intervenuta la protezione civile
c'è scappata una borsetta e un paio di scarpe misura 39

MArk'O ha detto...

come l'ho vista io il praga squadra scarsa veramente...porto stra-superiore, nonostante questo per tutti i 90 min. dava la sensazione di poterlo prendere sto goletto

nicecool ha detto...

grazie

m'è costato un pò di ore di sonno(per visionare le partite) ma questo ed altro per il minkia blog!

la partita di ieri sera pur non essendo la regola è comunque indicativa su alcune cose, specie nei movimenti contrari di cui vi ho parlato

il Braga ieri è stato bravo a giocare sulla difensiva per questo il Porto non è stato efficace come sempre.

però gioca a calcio e si vede


a differenza di molti utenti che rispetto, su VS(tipo PDBE), per me il Boa è 10000 volte avanti a Conte

e posso dire di "conoscere" entrambi.

---------------

dovere. :)


Ma non mi è dispiaciuto nemmeno l'allenatore del Braga che avendo una squadra tecnicamente inferiore è riuscito a strappare un risultato così importante come disputare una finale di Coppa.

Mark'O ha detto...

ps. complimnenti baggio per il pezzo..poi mi piace che scrivi in un italiano "facile", bene comprensibile..probabilmente sei bravo a spiegare anche nella vita reale...aproposito come e' finita con la tua squadra...sei/siete riuscito nel miracolo? ;D

U carcamagnu ha detto...

Da come lo hai descritto, in maniera assolutamente professionale, mi ricorda molto il milan di sacchi almeno per la parte di non possesso.

baggio ha detto...

grazie Mark.

per quanto riguarda la mia squadra..ci siamo riusciti a salvare ai play-out.

festeggiamenti assurdi dopo la sfida di ritorno.

abbiam perso 1-0 fuori casa ed al ritorno, in casa, abbiam vinto 2-1.

non esiste la regola dei goal in trasferta nei play-off, ci siam salvati noi perchè in classifica del campionato siamo avanti a loro.

dopo 3-4 partite di "conoscenza" abbiamo iniziato a giocare, soprattutto a fare goal con continuità, abbiamo invertito la rotta e abbiam fatto 7 risultati utili di seguito che hanno dato morale(3 vittorie e 4 pareggi), siam risaliti in classifica e ce la siam giocata ai play-off

"sembrava impossibile ma che l'abbiamo fatta"

baggio ha detto...

Da come lo hai descritto, in maniera assolutamente professionale, mi ricorda molto il milan di sacchi almeno per la parte di non possesso.

________

serve gente "in gamba" che corre per 90min!

ed attualmente ne abbiamo poca.

Paolo ha detto...

grazie a Dio esiste la pausa caffè che mi ha permesso la lettura integrale....
Ottimo lavoro!

Una considerazione da ignorante: con questa rosa il gioco del Boa è praticamente impossibile da attuare. Difesa alta, terzini in movimento e buon ultimo pressing senza palla.

Visticchiato la partita ieri, il Braga era veramente poca roba, ho l'impressione che lo special one versione 2.0 abbia anche lo stesso culo del suo pigmalione.... ottimo requisito nel calcio.

Detari ha detto...

Sono io il Villa Bolla de sta fantazy!

onore a The Palace che arriva si primo a 1 punto dal ranger negli scontri diretti ma gli da 81 punti in quella totale....

voi altri szeru tituli

:-D

MArk'O ha detto...

festeggiamenti assurdi dopo la sfida di ritorno.
___________
:D lo posso credere (c'e' anche da noi una cosa del genere)....queste partite hanno piu thrill come tutti film di hitch-cook messi insieme! complimenti

Detari ha detto...

Mark questo è per te

http://tv.repubblica.it/copertina/l-ultima-frontiera-del-wrestling-gareggia-l-uomo-invisibile/68740?video=&ref=HRESS-4

Scirea ha detto...

Io:

Allora devo spiegare tutto..
il psv che intendo io era quello che con 4 pelabrocchi ha fatto cagare stoppini e sangue al Milan campione d'europa
aveva gentaglia come
Vennegoor of Hesselink
di punta
ed il 34enne Cocu a fine carriera in mezzo al campo a far correre giovanotti di belle speranze.
Uno squadrone insomma.
Ed il Genio di Hiddink lo ha portato a 5 minuti da una finale (o semifinale ora non ricordo) di CL ribaltando il risultato di Milano...
perchè si parla senza sapere le cose mi chiedo...

BM DI TURNO:

Allora allaciandomi al tuo ragionamento dovremmo prendere l'allenatore del Braga visto che ha eliminato il Liverpool, la Dynamo Kiew, e il Benfica... ed in finale ha solamente perso 1 a 0 contro il nuovo messia Villas Boas... Corregimi se sbaglio eh...
Tu basi tutto il tuo ragionamento in singoli attimi tralasciando la storia totale di Hiddink. Io ripeto, non voglio dire che Hiddink sia un allenatore scarso, ne tantomeno che non abbia esperienza... dico soltanto che in questa situazione in cui ci troviamo Hiddink non potrebbe fare nulla per farci migliorare. Quindi spiegami nel complesso cosa potrebbe darci Hiddink... questo sarebbe un discorso interessante da fare.... e non il solito: Hiddink bravo, battuto quasi Milan, portato Australia lontano

---------

ho abbandonato il topic....

Gobbo Trentino ha detto...

tutti che dicono in un famoso forum moderato da amici di parte ... che il Boa ha vinto perchè ha uno squadrone ... ma sono l'unico coglione che ritiene che invece abbia 4 stronzi e un supereroe moscio ma li dappia mettere in campo?

attendo lumi ...

baggio ha detto...

confermo quello che dice Paolo

servirebbero un centrale in difesa, 2 terzini assolutamente, 2 centrali a centrocampo sempre villas boas vuole rivalutare Melo(!!!)..

nicecool ha detto...

La nike continua a fare maglie oscene. Ma avete visto quella del barca per la prossima stagione?

baggio ha detto...

e in sostanza do ragione anche a GT

è vero che il Porto non ha molti giocatori di livello
(secondo me i top player sono Rolando, Guarin e falcao).

il resto è "contorno" di discreti giocatori, a formare una squadra che si muove in automatico ed in cui tutti sanno cosa fare

insomma si vede il buon lavoro fatto, io credo che Villas boas sia l'uomo giusto per questa Juve.

nicecool ha detto...

L'ho scritto io ieri dei due centrali difensivi... :(

Detari ha detto...

falcao è il mio nuovo idolo, sta sostituendo Inzaghi nel mio cuore

Sudafrica 2010 ha detto...

secondo me i top player sono Rolando, Guarin e falcao

-------------

Rolando? un chiellini forse meno esagitato.

gli naltri due sono stati "costruiti".

Guarin questa stagione, la prima parte l'ha fatta fuori perchè non riusciva a giocare come voleva Boas, poi piano piano è stato introdotto e oggi è quel giocatore ottimo che Boas aveva intravisto.

Falcao, altro giocatore scovato in una baraccopoli, portato al porto e razionalizzato da Boas.

Falcao gli anni scorzi sembrava un cavallo imbizzarito e psicopatico, oggi fa' quattro metri, tocca tre palloni e fa' 5 goal!

Gobbo Trentino ha detto...

sulla carta e ripeto sulla carta la la fu juventus aveva un potenziale maggiore del porto, ma loro avevano un bravo cuoco noi uno sguattero ...

dopo aver letto che uno che vince in portogallo e la EL ha meno carattere e preparazione di conte ho abbandonato il topic ...

Sudafrica 2010 ha detto...

ops...buongiorno a tutti mi ero scordato

Gobbo Trentino ha detto...

Rolando? un chiellini forse meno esagitato.
--------------------------
:D poi con quel nome ... :D

Gobbo Trentino ha detto...

buongiorno Sudafrica :-)

ci sono speranze che il Capellone non arrivi?

Sudafrica 2010 ha detto...

le piste sono due.

Conte, cui mi dicono abbiano offerto il posto già da un po' di tempo.

Poi Paratici ha scoperto che per Boas c'era una speranza e allora ci stanno provando, credo si decida tra oggi e domani.

Conte è in stand-by. Brutta cosa perchè non è mai bello sentirsi seconda scelta, quando avresti tanta voglia di andare ad allenare la Juve.

MArk'O ha detto...

:D detari l'hai visto quello del ipnosi? fan ta sti co
http://www.youtube.com/watch?v=BRS3h9hbsxM&feature=related

baggio ha detto...

Rolando? un chiellini forse meno esagitato.

gli naltri due sono stati "costruiti".

Guarin questa stagione, la prima parte l'ha fatta fuori perchè non riusciva a giocare come voleva Boas, poi piano piano è stato introdotto e oggi è quel giocatore ottimo che Boas aveva intravisto.

Falcao, altro giocatore scovato in una baraccopoli, portato al porto e razionalizzato da Boas.

Falcao gli anni scorzi sembrava un cavallo imbizzarito e psicopatico, oggi fa' quattro metri, tocca tre palloni e fa' 5 goal!

_____

ciao Sudafrica,


non conosco la "storia" dei giocatori ma parlo solo in funzione della dozzina di partite che ho visto del Porto

Sicuramente Villas boas ha "traformato" questa squadra ed ha tirato fuori il 200% dai giocatori, però quelli che spiccano, diciamo un nome per ruolo, sono quelli(dimenticavo il terzino Alvaro pereira).

infatti ho scritto pure che non escludo una rivalutazione di Melo(e sapete quando odi calcisticamente parlando il brasiliano)

Detari ha detto...

roba da pazzi Mark
questi incontri di wrestling sono più reali della Serie A
:-D

Sudafrica 2010 ha detto...

dimenticavo il terzino Alvaro pereira).

infatti ho scritto pure che non escludo una rivalutazione di Melo(e sapete quando odi calcisticamente parlando il brasiliano)

-------------------

Alvaro pereira, ve ne parlai l'anno scorso per i mondiali, vi ricordate?

Secondo me è ancora migliorato molto.

Dimenticate che il terzino opposto dovrebbe essere Fucile(infortunato) e non Sapunaru.

Su Melo credo che sia totalmente diverso da Fernando.

Premetto che Fernando non è niente di che, ma in quel contesto(il Porto) è utilissimo.

Melo non potrebbe giocare con Boas, perchè Melo non ha cervello tattico, prende palla, si fa' un p0' di cose sue e poi mediamente prende posizione sbagliata.

Ieri se avete visto bene, Fernando era subito pronto a scalare in difesa al posto di Otamendi o Rolando se solo questi facevano un metro palla al piede...veramente in modo fluido senza bisogno di rincorse o altro.

E' un mediano molto basso, quasi difensivo. Però se lo togli dal contesto porto diventa secondo me uno qualunque, anche pericoloso perchè ha un po' di tendenza ad andare sovente per terra.

Il porto è un telaio compatto "cotruito" per il suo Allenatore.

Mark'O Holmes ha detto...

Conte, cui mi dicono abbiano offerto il posto già da un po' di tempo.
___________

lo avevo capito gia qualche mese fa , quando conte in un intervista aveva detto che della juve non vuole parlare...l'ho trovato un po esagerato per uno che non centra niente

Gobbo Trentino ha detto...

Melo non potrebbe giocare con Boas, perchè Melo non ha cervello tattico, prende palla, si fa' un p0' di cose sue e poi mediamente prende posizione sbagliata.
-------------------
vado dal marmista e lo userò come epitaffio per la tomba dello zio ... altro che Spoon River ...

Gobbo Trentino ha detto...

solo per il fatto che si autoinvita lo prenderei a calci in culo ... è da 4 anni che lo fa ...

baggio ha detto...

@Sudafrica

hai ragione, infatti vedi cosa ho scritto anch'io su Fernando nella scheda

l'ipotesi su Melo è moolto ma moolto "ipotesi"

Detari ha detto...

anche pericoloso perchè ha un po' di tendenza ad andare sovente per terra.
------------

ecco perchè Fernando ieri mi ricordava un Sissoko meno anarchico

d'altronde da piovra a polpo poco ci passa

Paolo ha detto...

GT non facciamo l'errore che gli altri fecero con Ranieri.
Facciamolo lavorare, facciamolo sbagliare e poi....... si giudica.

Villa Boas ha dichiarato ieri che col Porto vuole giocare la Champions per provare a vincerla, quindi rassegnamoci, nada signora.

Piuttosto, la rinuncia ad Aquilani ha del sensazionale prodomomea.
Dopo due partite lo definii 'na zoccola fracica mi sa che ci presi.

Mark'O ha detto...

ma con conte melo resta..che pensate?

il cc sara' montolivo-pirlo probabilmente.. e marchisio a fare la risera?

Anonimo ha detto...

perchè non la pubblicate anche su Vecchia Signora questa ottima analisi?

Secco ha detto...

perchè Baggio è nostro e non lavora aggratisse se non per la Minkia

Vigile di Vs ha detto...

perchè non la pubblicate anche su Vecchia Signora questa ottima analisi?
*******************
Perchè lì c'è l'uccellino che copia/incolla da più luoghi ma si incaxxa se lo copi/incolli e non lo citi.
http://www.vecchiasignora.com/topic/191300-scheda-tecnica-di-andre-villas-boas/

Se il mio mouse fosse una doppietta da mò che quell'uccellino era dal ramo...... forever!

Gobbo Trentino ha detto...

GT non facciamo l'errore che gli altri fecero con Ranieri.
Facciamolo lavorare, facciamolo sbagliare e poi....... si giudica.
-----------------
il GT storico e riflessivo ti direbbe hai ragione ...

ma questo GT si è rotto i coglioni ... praticamente si fa la squadra su invito della curva ... ed ho ancora sul gozzo "la questione boniek" e detta tra noi Conte mi sta sulle balle, oltre che per il gioco anche per i suoi atteggiamenti da Messia ...

mi passerà ... o forse no ... chiedo venia ...

Scirea ha detto...

Mauri stanotte c'è la partita
che ti fotte di Tupè?
:O)))

Bruins Believe ha detto...

è stanotte? grazie ero convinto domani ... e chi se la perde ...

Paolo ha detto...

Il gallo è morto e coccodì e coccodà.

4/6 7/6 2/6 persi finale e € 450,00.

Avversario più forte, più giovane e più incaxxato di me.
In pratica lui era Tevez ed io Buffon l'orsetto abbracciatutti.

Ho capito di colpo cosa pensa Buffon quando ride: "sono lì per grazia divina ci manca solo che sia incazzato ;-)"

baggio ha detto...

Perchè lì c'è l'uccellino che copia/incolla da più luoghi ma si incaxxa se lo copi/incolli e non lo citi.
http://www.vecchiasignora.com/topic/191300-scheda-tecnica-di-andre-villas-boas/

Se il mio mouse fosse una doppietta da mò che quell'uccellino era dal ramo...... forever!

___________


ahahahaahahahah

Anonimo ha detto...

Perchè lì c'è l'uccellino che copia/incolla da più luoghi ma si incaxxa se lo copi/incolli e non lo citi.
http://www.vecchiasignora.com/topic/191300-scheda-tecnica-di-andre-villas-boas/

Se il mio mouse fosse una doppietta da mò che quell'uccellino era dal ramo...... forever!


---------------------

soprattutto quando si fa' l'analisi tattica di una partita bisognerebbe prendere a riferimento più azioni di partite diverse e non sempre la stessa.

Perchè se guardo a ieri, l'impostazione era diversa, se ne prendo un'altra diversa ancora.

Lui non ha fatto un'analisi del gioco di VB, lui ha fatto l'analisi a posteriori sulla partita.

E' un po' diverso.

Mark'O ha detto...

chi di voi e' inscritto nel gruppo facebook delle iene?...ieri hanno fatto il servizio a moratti (domande del gazzo e in malafede)....sulla bacheca centinaia di juventini che insultano hahaha


http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/227147/golia-massimo-moratti.html

Juve Channel ha detto...

tondella ha segnato a buffon da centrocampo

anni 16

partitella infrasettimanale

Scirea ha detto...

è stanotte? grazie ero convinto domani ... e chi se la perde
------------

figurati caro...
giocano a Tampax ;O))
leggiti la preview
http://www.nhl.com/ice/preview.htm?id=2010030313&navid=sb:preview

baggio ha detto...

tondella ha segnato a buffon da centrocampo

anni 16

partitella infrasettimanale

______

andiamo bene!

Discovery Channel ha detto...

Solitamente i Boa mangiano gli Uccelli(anche paduli se li trovano).

non so se mi sono spiegato.

Tex Willer ha detto...

paolo ti siamo molto vicini in questo momento delicato anche perchè una finale col caiser che la rivedi
;-))
a propò io in carriera vinsi solo un doppio grazie al compagno soprattutto che era arrivato alla serie c all'epoca
io ero fortissimo di volo e forte di dritto ma di rovescio ero come melo
e nei tornei trovavi sti rompi palle che dopo aver preso una mazzata di dritto mi tenevano sul rovescio finchè scoppiavo
solo se mi capitava uno come mark
potevo sperare di arrivare in fondo e batterlo perchè non si accorgeva delle mie doti nascoste

Anonimo ha detto...

http://tv.repubblica.it/sport/biglietti-champions-a-10-euro-nessuno-li-compra/68739?video

Incredibile!!!

Tex Willer ha detto...

ragazzi se non c'è la juve cala l'interesse c'è poco da dire

Mark'O ha detto...

solo se mi capitava uno come mark
potevo sperare di arrivare in fondo e batterlo perchè non si accorgeva delle mie doti nascoste
_______________

zio sono stato un buon (in termini assoluti mediocre) giocatore di tennis da tavolo.....e' l'unica cosa dove preferisco usare la mano sinistra (strano no?! normalmente sono destrimano)...manco per le seghe boh

Paolo ha detto...

paolo ti siamo molto vicini in questo momento delicato anche perchè una finale col caiser che la rivedi
;-))

**********************
Sagge parole, sagge parole.

Io il doppio non lo so proprio giocare, a rete scendo solo per dare la mano all'avversario alla fine della partita :-)

Ho guardato l'intervista a Moratti ed ho trovato interessante quando a precisa domanda se l'arbitro amico è importante per vincere lui ha risposto da coglione come è... FON DA MEN TA LE!!
Analizzate questa risposta e poi pensate a questi ultimi 5 anni....
ragazzi abbiamo un reo confesso, incapace d'intendere e di volere ma reo confesso.

Tex Willer ha detto...

siccome da più parti vengo criticato
per la posizione su conte voglio
fare outing e chiarire la mia posizione prima che venga ufficializzato lunedì prossimo di
modo che lo dico in epoca non sospetta e la stampa di sinistra non potrà ricamarci sopra
orbene
non mi è piaciuto dalle esternazioni sul finire del fantastico campionato di serie b
allora ero ancora vecchio e incazzato e questo signore mi appariva come l'ennesimo giratore
di coltelli nella piaga
così mi cadde dai coglioni e a tutt'oggi giace ancora ai loro
piedi
ma e c'è un ma
se dovesse arrivare sarebbe il mio nuovo allenatore così ho fatto per tutti gli altri e così farò per lui
certo è che il tempo "amiamoci tutti appassionatamente" solo perchè sei della juve è finito
e non si più sconti per nessuno
certo di essermi chiarito con
voi passo a ben distintamente salutarvi

baggio ha detto...

intanto con i nostri 12 milioni che gli abbiam dato per Martinez, pulvirenti e Lo monaco hanno finanziato il nuovo centro Sportivo(molto bello) a Catania

130'000 mt quadri, 4 campi da calcio regolamentari(due in sintetico e due in erba naturale)

piscina, palestre etc etc

U carcamagnu ha detto...

Al contrario a me le parole di fuoco dopo la retrocessione di arezzo mi piaquero perchè in effetti la juve aveva sbracato in modo inaccettabille, soprattutto se sei in serie b e la gente ti viene a vedere lo stesso.
E al contempo conte si dimostrava indipendente e non baciava il culo ai piu forti solo perchè aveva un dovere morale.

U carcamagnu ha detto...

Almeno son sicuro che a buffon non le manderà a dire.

U carcamagnu ha detto...

Ah, vorrei far notare che vollaboa ha vinto con una squadra di carneadi, non ha fabregas, ne aguero ne drogba.
Giovani intelligenti e generosi.

Il villaboa se va in squadre piene di fighette da rotocalco e prime donne avr. I suoi mazzi e razzi das scappellare.

U carcamagnu ha detto...

Villaboa è il nuovo lucescu, buono per i paesi del terzo mondo, a insegnare calcio. Non me lo vedo nè in una italiana, nè in una inglese di prima fascia, ma magari al villa o all arsenal si, ne al real madrid.

U carcamagnu ha detto...

Ecco, villaboa ai gunners mi stuzzicherebbe.

sm ha detto...

allora, grosso modo son d'accordo con quello che dice baggio, veramente un ottimo lavoro. piccole considerazioni, a parer mio:

-riflettendoci, più che un 4-3-3, sembra un 4-5-1, con moutinho che generalmente si abbassa a prendere palla e guarin invece che attacca lo spazio. in assenza di una punta che crea gli spazi, ovvero falcao che tende solo ad attaccare lo spazio, ha creato il sistema di gioco detto in precedenza con hulk che crea lo spazio per l'inserimento di guarin e non falcao

-il porto difende altissimo quando perde palla appunto. quando difende normalmente tende ad essere strettissima sul campo, coprendo più o meno l'area attorno al centrocampo. era la stessa cosa che faceva il braga infatti ieri s'è vista una bellissima partita giocata in un fazzoletto scottex piegato e ripiegato. praticamente era impossibile passare per entrambe le squadre per questo la gara è stata brutta

-falcao è un'arma a doppio taglio: se ti mettono per un po' alle strette non ti permette di salire perché tende solo ad andare avanti. quando però si trova in area di rigore è veramente letale (ricordi la cosa che ti dissi sugli attaccanti che attaccano lo spazio baggino :D)

-ieri partita decisa da episodi: errore del braga, gol in contropiede del porto. errore del porto, fernando perde palla miseramente davanti al portiere, moussequalcosa spara addosso al portiere. uno eroe, l'altro coglione. domingos è stato magnifico in questo torneo però lui è giusto che abbia contribuito al misticismo che ha portato villas boas qui

-villas boas avrebbe spacciato motta e de ceglie per buonissimi giocatori, chiellini sarebbe stato messo da parte, bonucci sarebbe stato un leader, vicino a lui non so chi. centrocampo con incognita melo però aquilani mi sembra abbia caratteristiche simili a moutinho, marchisio a guarin, krasic, forse poteva fare l'ala sinistra, nessuno l'ala destra e matri la prima punta.
alla juve avrebbe avuto difficoltà con un centrale intelligente e le due ali, un po' troppo povere tecnicamente e tatticamente.

-------------> continua

Tex Willer ha detto...

dissento u'carca
come ex doveva e poteva risparmiarsi
accuse che poi in fin dei conti
l'aveva compromesso da solo il campionato e loro sono i primi a non fregarsi delle squadre che allenano e cambiano continuamente
in quest'ottica il tanto da me deprecato cantante potrebbe insegnare a tutti i tecnici come quando lui
stava alla juve e sempre dentro le virgole e anche fin troppo
conte e mazzarri non gli è da meno deve sapersi moderare nelle sconfitte se no come dicevo ieri
già stiamo sui coglioni a tutti e lo staremo ancor di più
inoltre con conte alla juve assisteremo a bordate di fischi
fuori casa al suo indirizzo e mi immagino già le interviste del dopo partita
concludo se viene conte si dia una calmata e sfoghi la rabbia durante la settimana coi giocatori e sappia motivarli e parli poco ai giornalai

sm ha detto...

stavo dimenticando

-una caratteristica che hai dimenticato di dire baggio è che nei calci piazzati il porto attacca il portiere con tutti i giocatori d'attacco. mi spiego meglio: quando parte il tiro di colui che batte la punizione, tutti i giocatori offensivi del porto corrono verso la porta cercando la ribattuta del portiere. per chi è in porta questo è un incubo perché ti mette pressione nella respinta e poi perché, se respingi male, ti ritrovi 4 o 5 giocatori assatanati alla ricerca della palla che ti possono segnare in qualsiasi modo

fatemi ricordare.... forse c'era qualcos'altro..... vabbè, mo metto questo poi vedo di ricordarmi

Tex Willer ha detto...

E al contempo conte si dimostrava indipendente e non baciava il culo ai piu forti solo perchè aveva un dovere morale.
-----------------
la faceva fuori del vaso
sic et sempliciter
e presumo sia incontinente e ne
vedremo tante di pisciate ..
lui non la tiene
:-)

sm ha detto...

la juve si dice cerchi masiello :D

bravi bravi... così si fa. masiello va benissimo: terzino destro o se vuoi rischiare anche centrale difensivo.....

baggio ha detto...

Il carca ha detto alcune cose che condivido altre un pò meno e comunque solo il tempo ti darà ragione caro carca!

ad esempio..Villas boas potrebbe aver problemi con "le fighette"(anche se non lo credo) ma chi ti dice che Conte sarà bravo a gestire lo spogliatoio con molti "amici"(dp, buffon, etc?)

giuste le considerazioni spotty.

anche se è sempre un 433, parlo per linee generali, poi Villas boas è molto bravo a legger le partite ed a cambiare.

anche ieri sera se avete notato, per difendere il risultato con una sostituzione è passato al 4231, con Moutinho e fernando davanti alla difesa.

U carcamagnu ha detto...

Per la juve, questa juve, conte va benissimo.
Oggi la juve è una accozzaglia di disperati, e solo un pazzo entusiasta visionario come il padulo può guidarla.

Detari ha detto...

in pratica Villas Boas era un nerd da pleistescion...
d'altronde chi poteva pensare di portare le Isole ex-vergini Britanniche ai mondiali, solo uno che gioca a PES

:-)

sm ha detto...

guardate, con conte ho più paura dell'anno scorso, perché è vero che delneri avrà avuto dissidi all'interno dello spogliatoio ma è anche vero che quando arrivi a 60 anni ti ammorbidisci.

l'anno prossimo, quando si presenteranno i dissidi, con buffon e chiellini su tutti, e con melo appena dietro, volerano gli schiaffi e pugni nel vero senso della parola. conte non le manda a dire le cose, per questo non lo vedo male alla juve. se va male e non riesce a gestire le cose si dimette e sputa tutto in faccia a tutti quanti.....

baggio ha detto...

se Conte va bene per questa Juve vuole dire che ci siamo ridimensionati.

Conte in questo momento va bene per la squadra che vuole salire dalla B alla A e che deve salvarsi in serie A

visto che in questi anni non mi è sembrato nè un genio nè un "inventore" di chissà che cosa


se in Conte vedevo delle qualità ve lo avrei detto, voglio dire se avrei visto delle qualità, quando parlavo delle serie minori, come ho nominato Sannino-tesser-Di francesco-Madonna-Pane-apolloni-Torrente nominavo anche Conte

naturalmente è solamente un mio parere che non conta un gazzo ma per adesso in Conte vedo poche qualità tattiche

buon motivatore(io più che altro direi "casinista") ma se volevo il carattere prendevo Mazzone che vado sul sicuro.

sm ha detto...

in pratica Villas Boas era un nerd da pleistescion...
d'altronde chi poteva pensare di portare le Isole ex-vergini Britanniche ai mondiali, solo uno che gioca a PES

:-)


--------------------------------



uauauauauauauahahahahahahahahahahaa




a proposito, nessuno di voi ha l'xbox e gioca ai videogiochi? così vi faccio vedere come metto in campo la squadra :D

sm ha detto...

sì, ma sannino non è molto distante da conte, secondo me, poi non l'ho mai visto e non posso dirlo :)

mazzone a chiellini gli avrebbe tagliato o le gambe o la testa... o entrambe le cose

sm ha detto...

l'unica cosa che mi mette in dubbio conte è il 4-4-2, soprattutto arrivasse pirlo, perché secondo me con un 4-5-1 potrebbe rendere meglio con a fianco, oltre a marchisio, un montolivo o un aquilani per fare un esempio. inoltre krasic non ha la tendenza a sacrificarsi troppo e sulla sinistra ci sarebbe giovinco.... davanti matri non mi sembra neanche uno che si sacrifica molto in fase di non possesso e mancherebbe un attaccante coi piedi da centrocampista che accompagni la manovra..... dietro secondo me con masiello e ziegler siamo (quasi) a posto. a meno che non si voglia fare le cose in grande e prendere uno vicino bonucci

Tex Willer ha detto...

deve imparare a gestirsi nelle sconfitte e questa juve ne subirà
di sicuro e allora ci vuole gente ferma ma equilibrata se no poi è facile sputare il rospo e andarsene
ma si lasciano le macerie
conte ripeto deve sapersi disciplinare e al momento la cosa sembra non passargli minimamente per la capatosta che tiene

U carcamagnu ha detto...

Conte non fa le pubblicità con le suore ne degli yogurt, è brutto e ha i riportati pure finti, non è un mediatore, e dopo tanti allenatori democristiani un totalitario farà solo bene.

Inoltre conte è stato un centrocampista, non aveva ne il tempo ne il fiato per sollazzarsi dalla porta come fa buffon ne di fare il divo dell attacco come del piero.
Non credo siano amici.

Detari ha detto...

Conte in questo momento va bene per la squadra che vuole salire dalla B alla A e che deve salvarsi in serie A

----
mister molti sono convinti che l'anno prossimo si giocherà per rimanere in A quindi va bene.
eppoi non è che conte significa che ci siamo ridimensionati. SI sono ridimensionati, tirano a campare.
Su Conte mi sono espresso non era il meglio al quale questa società poteva puntare, ma poteva andare anche peggio, tipo tenerci del neri

Tex Willer ha detto...

non c'è più boniperti che traghetta traèpattoni verso la gloria
non dimenticatelo
ci vuole gente sana di mente e
ferma di proposito e il 60enne delneri andava bene se non ruzzolava dopo natale ed eravamo tutti contenti delle prestazioni ancorché non idonee a vincere lo scudo ma al piazzamento che sembrava certo

baggio ha detto...

ragazzi il calcio è una scienza per dirla alla SS ma non è una scienza esatta

quindi spero di sbagliarmi.

prendendo Conte e dirgli "vai, questa è la rosa, e arrangiati" si farebbe l'ennesimo errore secondo me.

ripeto però il calcio è pieno zeppo di dinamiche a volte incredibili quindi tutto può succedere.

Tex Willer ha detto...

serve un mister d'esperienza e che ne sappia più della società di imberbi sul come riportare questa juve ai
ruoli consoni che le competono
non certo un giovainastro come voi
sempre pronto a mulinar pugni
ma un uomo serio e posato come me
che ho postato machiavelli su minkionando e dovevo postarlo qui invece
il pugno di ferro in guanto di velluto oggi si addice alla sgnaura
e questo in verità vi dico
non certo in bimbominkiezza

U carcamagnu ha detto...

Se avessero preso conte con cobollo e bianco avrei avuto dei dubbi, ma con nedved in pratica vicepresidente credo che i giocatori abbiano meno sponde in societa per fare i loro porci comodi.

U carcamagnu ha detto...

Per quanto riguarda il mercato secondo me al massimo riscattiamo matri e quaglia. Montolivo arriva solo se vendiamo melo.
Sissoko resta e rientra tiago.

Anonimo ha detto...

ragazzi vi fate delle seghe mentali sugli schemi e gli allenatori.

Tanto alla fine sono sempre 22 coglioni in mutande che corrono dietro a un pezzo di cuoi e gomma.

W SS, W Happel W La Faiga

Detari ha detto...

amen Anonimo

Mark'O ha detto...

ma hai anche ragione baggio se si vorebbe fare sul serio (pero' anche un allenatore top farebbe fatica con questa dirigenza che non ti copre le spalle)....
ma io ormai voglio vedere il napalm, ci trovo veramente gusto ad imaginare come li mandera' a fanculo in diretta uno per uno! ho le palle piene di leccaculi e racomandati vari....spero solo che aprira' boca quando ci sara' da aprire, seno' sarebbe l'enesima delusione...forza conte non deludermi!

Detari ha detto...

mi ricito
Conte deve venire solo se si porta la mazza da bseball da dare nei denti

Tex Willer ha detto...

a chi??
a cobolli??
a secco??
al cantante??

Gobbo Trentino ha detto...

Conte mi sta sui coglioni dai suoi "non ricordo" che volevano dire "mi riempivano fino al buco del culo" dai suoi pianti aretini, dal suo sentirsi un predestinato, dal suo arruffianarsi la curva andando in curva pure lui ... ci serve un allenatore non un capo ultras.

anche se vincente conte non è il mio allenatore e pertanto non sarà la mia juventus, mi metto in aspettativa.

e che cazzo ...

Manute Bol ha detto...

buon giorno
qvalkcuno conosce Sissoko??
essere mieo cuggino

MArk'O ha detto...

poi sono curioso chi riscateranno...
aquilani si sa gia no
poi credo tra quaglia e matri solo uno (credo quaglia per il prezzo piu basso +sconto per l'infortunio)

Tex Willer ha detto...

borozan (che non è un antistaminico
ma l'agente di custodia di krasic)
ha detto che il suo assistito resterà alla juve

..azzzzz.. questa si che è una notizia

Tex Willer ha detto...

mark sei proprio gnokko
matri è preso con la formula
mezzo ariaudo il sabaudo subito
e 15 mijoni in tre rate annuali

HAHAHAHA ha detto...

are amiche e amici,
da due giorni la bacheca facebook de Le Iene viene presa d'assalto da tanti tifosi juventini a causa dell'intervista a Massimo Moratti, presidente dell'Inter, al quale abbiamo fatto una delle nostre interviste. Così come facciamo da 15 anni circa, noi facciamo delle domande e mostriamo in onda a tutti voi le risposte. Bene, noi de Le Iene abbiamo intenzione di fare con il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, un'intervista identica a quella fatta al presidente Moratti. Da tempo, e non da oggi, la richiesta di quest'intervista è stata inoltrata all'ufficio stampa della società Juventus, e Vi comunichiamo che siamo ancora in attesa di una risposta da parte della Juve.Quindi care amiche ed amici juventini, se il presidente Agnelli si concederà alle nostre telecamere, saremo ben lieti di raccontarvi il nostro incontro ed il suo pensiero. Attendiamo ancora fiduciosi insieme a voi! Come vedete in questo momento la bacheca de Le Iene è chiusa, bacheca nella quale siamo abituati ad ospitare da sempre chiunque voglia comunicare con noi. Purtroppo però, a causa di una minoranza che non rispetta il discutere civile, e che insulta, minaccia e offende, per la prima volta abbiamo purtroppo bloccato la possibiltà a tutte le decine di migliaia di persone, che frequentano questo spazio democraticamente, di dire la loro. Tra breve riapriremo la nostra bacheca a tutti voi, perché questa becera minoranza non vinca su chi ci segue da sempre e ha voglia di confrontarsi.Ovviamente, da questo momento in poi, Le Iene monitoreranno ogni singolo post scritto sulla nostra bacheca, che sarà vagliato dalla nostra redazione, bannato se considerato volgare, offensivo, irrispettoso, razzista o comunque penalmente rilevante.grazie a tutti voi.LE IENE

Tex Willer ha detto...

stupendo siparietto tra me e il gay scala su fessbuk

Mark'O ha detto...

e' gia nostro? chiedo scusa allora :) (buon acquisto)

U carcamagnu ha detto...

Tesser e compagnia, possono essere bravissimi, ma per avere il giusto carisma coi sedicenti campioni bisogna aver vinto sul campo.
Vedi trap
vedi ancelotti
vedi dalglish
ecc.

U carcamagnu ha detto...

Non per difendere conte, ma nessuno della juve si ricordò delle pere e delle pasticche, anche pessotto, anche depiero anche dusciamp e tacchino ecc ecc.

Con-te no ha detto...

ma conte fu quello che negò con più enfasi ... a domande circostanziate ...

Lippi non vinse mai una mona da giocatore ... tanto meno il boa o lo special stronzo ... o l'arrigo ...

Detari ha detto...

grande zio (a parte il gay)

ho contattato il mio cognato puttaniero è mi ha detto che il fantayahooPL che lui già fa è una cagata, si possono fare qualcosa come sei cambi ogni settimana

Detari ha detto...

ebbravopure il sassolino

Tex Willer ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=EEh5uk2lUvo

la puoi massaggiare anche un mese intero ...
;-))

Mark'O ha detto...

mamamia i softporno dello zio!!!! portatemio un secchio!!!!

Mark'O ha detto...

troppo per la signora...alla fine del video e' morta e la portano via?! manco i maiali del sefter speck li trattano cosi hahaha

Detari ha detto...

Mark speck e troye the original one

sm ha detto...

allora, cerchiamo di fare chiarezza:

masiello è maturato prima o dopo l'arrivo di conte?
lanzafame ha fatto il suo anno migliore con chi?
guberti è andato alla roma prima o dopo conte?
spalletti provò a fare il 4-4-2 con la roma, quella dei 7 gol a partita in EL, prima o dopo conte?
barreto è esploso prima o dopo conte?

quindi non stiamo parlando di uno sprovveduto, uno della prima ora, non stiamo parlando di ferrara che non aveva MAI allenato e i suoi buoni servigi lo hanno portato in federazione (!!!). parliamo di uno che ha preso l'arezzo in b con penalizzazione alla prima esperienza (arezzo col quale marino ebbe problemi pure ndr) e di uno che ha accettato una piazza difficile come bari in zona retrocessione. gli è andata male a bergamo, va bene, a siena non ha mostrato lampi di calcio eccezionale, va bene anche questo, però se uno come perinetti lo prende due volte come allenatore della propria squadra significa che non deve essere proprio scarso.

detto questo le perplessità dell'ambiente e del monomodulismo sono anche mie però aspettiamo prima la campagna acquisti (e cessioni) e a fine agosto vedremo di ipotizzare qualcosa. al momento non abbiamo neanche una firma sul contratto!



P.S.: oggi, parlando del porto con un cliente al quale avevo già parlato di Villas Boas, spiegavo di come il Porto inserendo due-tre giocatori nei ruoli chiave possa risultare anche più letale: un mediano capace di orchestare meglio il gioco e non solo ottimo in fase di non possesso, un difensore centrale più sicuro di otamendi e un attaccante con piedi da centrocampista capace di creare spazi..... e se volessero fare le cose in grande, un'ala sinistra con dribbling e destro micidiali.

alché lui, alla fine del mio discorso, mi ha detto:

mo mann te u bigliettein a villas boas adaxè t foic addvndè allenatour (adesso manda tu il bigliettino a villas boas così ti fa diventare allenatore) :D

Spotty ha detto...

bella l'intervista a claudio di zuliani...

MinKia Maltese ha detto...

mo mann te u bigliettein a villas boas adaxè t foic addvndè allenatour (adesso manda tu il bigliettino a villas boas così ti fa diventare allenatore) :D
---------------------------

good one nicola ;-D

Mark'O ha detto...

bella l'intervista a claudio di zuliani
______________

sono fiero che noi le cose le abbiamo capito gia 2 anni fa....tra amauri-poulsen per 20mln o xabi alonso anch io avrei fatto cosi.......poi c'e' da vedere se ranieri voleva prendere poulsen, sicuramente ne conosce giocatori migliori per 10mln, ma le societa' sono spesso ostaggi dai procuratori, o gazzi vari che noi non sappiamo credo

Boston Bruins ha detto...

cazzuti e compatti ... espugnata Tampa in gara3 e siamo sul 2 a 1 ... non sarà facile ma ci proveremo.

Antonio Conte non è il mio Allenatore.

Tex Willer ha detto...

espugnata tampa??

sai che puzza!!

in genere puzzano i tampax

nicecool ha detto...

Ce lo vede Pirlo che fà pressing?

ahahaha!!

nicecool ha detto...

Le Iene è un programma di merda.
Ma cosa lo guardate a fare?

SS ha detto...

la differenza tra URUGUAY e MILANo(esempio di Milano ma potevo dire Roma)............che in URUGUAY i ragazzini giocano a calcio in mezzo alla strada.....a MILANO i ragazzini giocano alla Playstation oppure fanno i culturisti nelle scuole calcio dove imparano a correre e correre..............fino a quando in Italia non si tornerà a prendere a calci in c.uolo i ragazzini a prenderli a scarpate e riportarli nelle strade a tirare calci ad un pallone di pezza non torneranno mai più grandi calciatori italiani...........

nicecool ha detto...

Sky ha deciso di cancellare il canale italiano di Current, la tv indipendente fondata sei anni fa da Al Gore e Joel Hyatt. La notizia è stata data dalla stessa emittente con una nota in cui si sottolinea che la "decisione arriva improvvisa e inaspettata dopo tre anni di successi di Current Italia", evidentemente presa per motivi che nulla hanno a che vedere con gli ascolti o le performance. Durissimo il commento di Gore, che ospite di Michele Santoro ad Annozero accusa senza mezzi termini la News Corp. di Rupert Murdoch, proprietaria di Sky Italia, di censura: "Dagli Stati Uniti hanno ordinato a Sky di cancellare il nostro canale perché abbiamo appena scritturato un giornalista indipendente molto critico nei confronti di Murdoch". Da parte sua, Sky sostiene che la decisione non è politica ed è dovuta semplicemente a un contratto scaduto, sul cui rinnovo non è stato trovato un accordo.

"In un momento storico come questo di rapida transizione politica, economica e sociale - prosegue Gore in una nota - il futuro delle democrazie sane dipende dal giornalismo indipendente: senza condizionamenti e senza paura". "Sono venuto personalmente in Italia - afferma l'ex vicepresidente americano - per chiedere a coloro che ci seguono con passione di far sentire a Sky che vogliono continuare a vedere Current".

"Se i regolatori nel Regno Unito e nell'Unione Europea - gli fa eco il co-fondatore e vice presidente della tv Joel Hyatt - si stanno chiedendo quale potrebbe essere l'impatto di un sistema televisivo satellitare totalmente di proprietà e controllo di News Corporation, non hanno che da guardare all'Italia. Sky - in quello che non può essere chiamato in altro modo se non un flagrante abuso della sua posizione dominante - ha appena eliminato il suo solo e unico canale di informazione indipendente, senza alcun preavviso e nonostante numerose e ripetute rassicurazioni sul proseguo della collaborazione".

"Siamo il solo canale televisivo che ha il coraggio di dire la verità anche di fronte al potere - sottolinea da parte sua il general manager Tommaso Tessarolo - Mandando in onda per la prima volta in assoluto il documentario Citizen Berlusconi nel 2009, ospitando Michele Santoro e Annozero con Raiperunanotte nel 2010 quando la Rai ne ha impedito la trasmissione o ancora portando per la prima volta il racconto personale di Roberto Saviano sul satellite, abbiamo usato la nostra piattaforma tv e web per informare, arricchire e dare ispirazione al nostro pubblico".

Secondo Current la cancellazione del canale dal bouquet Sky potrebbe scattare già a fine luglio. Nella nota con cui dà la notizia la tv ricorda che "il canale ha recentemente vinto il prestigioso Hot Bird Tv Award 2010 come Miglior Canale News Europeo, premio condiviso pari merito con BBC World News, ed è visto ogni settimana da più di un terzo dell'intera audience di Sky". E ancora: "La crescita del canale nell'ultimo triennio e stata del 270% di share in day time e del 550% in prime time (fonte: ricerca Auditel-Starcom 2010) mentre gli ascolti della piattaforma Sky nello stesso periodo restavano sostanzialmente piatti. E' evidente che non si tratta di una decisione di business presa dal management".

nicecool ha detto...

Bastardi.

Gobbo Trentino ha detto...

si Gore ... un'altro che predica bene e razzola male ... se una tv pluralista è una in cui su 24h ce ne sono 22 di travaglio ... beh allora sono per la tv egoistica ...

Tex Willer ha detto...

il gobbo m'ha preceduto stavo per dire la stessa cosa e aggiungo che a me non fa nè caldo nè freddo tanto non guardo più l'informazione ma sento le notizie del giornale radio molto più stringate e informanti
quelle poche volte che passavo per current e vedevo travaglio giravo dopo un paio di minuti di accertamento se la solfa fosse stata sempre quella o magari c'erano novità
nisba - sempre quella
travaglio parte col borghese del movimento sociale e approda al giornale e adesso ci rompe il cazzo da sinistra .. bene ma non benissimo
i tiggì oggi sono monotematici
e parlo dei nazionali
prima politica di chi ha il cazzo più lungo poi delitti efferati pieni di particolari laddove la polizia invece brancola nel buio
e poi figa e veline e attricette
con qualche palestra e palestrato
e infine il meteo
per me possono andare tuytti tranquillamente a fare in culo
ho chiuso con la disinformazione
sia commerciale che politicizzata
spacciata per libertà di stampa e al di sopra delle comuni teste di cazzo che siamo noi al di qua del video
gore poi?? meglio gore vidal almeno ci ha fatto vedere i pompini al cinema
;-))

Scirea ha detto...

Al Gore è un pagliaccio
che ha usurpato un nobel
la favola del riscaldamento globale è stata già smentita...

Gobbo Trentino ha detto...

a quanto pare caga tanto ... ha la villa con una ventina di bagni ... e che cazzo mangia riso che stringe ...

su travaglio appoggio lo zio ...

nicecool ha detto...

Piaccia o non piaccia Gore, Current è un bel canale. Chi lo segue sà di cosa si parla e i contenuti non li trovate da nessun'altra parte. ;)

Gobbo Trentino ha detto...

travaglio che parla per 22/24h effettivamente no ... agli inizi si era un bel canale, che metteva assieme il meglio dei reporter indipendenti ... che comunque trovavi sulla BBC ...

Gobbo Trentino ha detto...

Villas Boas dedica la coppa a Giardiola sua fonte continua d'ispirazione ... mourinho suca!!!

Mark'O ha detto...

guardiola venga a allenare il bologna e poi ne riparliamo

Tex Willer ha detto...

mark lo sai che io e te siamo i più scemi del blog??
allora ti quote
I quote you
come on gardioula bononia is waiting
for you
;-))

Mark'O ha detto...

zio allora ci dobbiamo mettere insieme perche (sch)meno per (sch)meno fa piu'! :D

CineMaestri ha detto...

Pubblicato un film che piacerà allo zio ed al mariello sicuramente ...

http://cinemaestri.blogspot.com/2011/05/mistery-alaska-1999.html

Mark'O ha detto...

ho paura che prenderanno cassano

U carcamagnu ha detto...

Se arriva panzantonio sono io che chiudo con la juve, altro che conte....

Tex Willer ha detto...

accorrete c'è u'carca su cinemaestri
spargete la voce in giro a piene mani
e non lesinate le vocali

baggio ha detto...

e molti utenti ridono sulla Roma che forse prende Pioli.

mamma mia quanta ignoranza.

Tex Willer ha detto...

la roma??
dal cantante ranieri
al cantante donovan
si vede che vuole arrivare alla scala e quindi ...
prende i pioli

baggio ha detto...

caxxo io avrei preferito 100 volte PIoli che conte

baggio ha detto...

però Zio come dici tu,

hanno preso conte quindi anche se non mi piace sarà "il mio allenatore"

d'altronde non c'è 2 senza 3, dopo ferrara del neri mancava il terzo

Gobbo Trentino ha detto...

caxxo io avrei preferito 100 volte PIoli che conte
--------------------
a chi lo dici ...

frega un cazzo

"Conte non è il mio allenatore"

baggio ha detto...

beh ovviamente mi devo far dare il numero di cellulare come con Del neri.

almeno del Nevi l'ho convinto un paio di volte a giocare col 451!!

nhauahuamaahahah

nicecool ha detto...

travaglio che parla per 22/24h effettivamente no ... agli inizi si era un bel canale, che metteva assieme il meglio dei reporter indipendenti ... che comunque trovavi sulla BBC ...

--------------

Non c'è solo Travaglio....

Spotty ha detto...

ragazzi ho trovato questa bellissima intervista a trapattoni

« Hich habe fertig…». Ecco l’unica vera gaffe di Giovanni Trapattoni, l’aver pronunciato inavvertitamente nel leggendario apologo contro il giocatore tedesco Strunz: quel «sono finito», al posto di «ho finito». A 70 anni infatti il Trap da Cusano Milanino “fischia” più forte del solito, è in forma smagliante e pronto a sferrare l’ultimo assalto mondiale nella doppia sfida-spareggio (14-18 novembre) che vedrà la sua Irlanda opposta alla Francia dell’astrologo e “antitalico” Domenech. Uno scontro tra il più noto perdente di successo, il ct francese, contro l’allenatore dei record, il Trap: 10 titoli vinti con squadre di club in quattro Paesi (Italia, Germania, Portogallo e Austria), l’unico ad aver conquistato tutte le competizioni Uefa.

Uno che ha vinto tutto e che sta in campo da più di mezzo secolo, come fa a non essere ancora stanco di questo calcio?
«Come potrei? Il calcio a quel ragazzino di paese che giocava a piedi scalzi ha aperto un’autostrada verso il mondo intero. Nel ’54 a un torneo internazionale con il Milan, a Strasburgo per la prima volta vidi le cicogne. Il mio stupore, la continua voglia di conoscere e di confrontarmi con altre culture parte da lì e devo dire grazie a un pallone».

Dentro quella sfera di cuoio cosa ha trovato?
«Il privilegio e la fortuna di appartenere a una categoria lontana da tanti problemi. Inseguendo quel pallone ho visto il nostro Paese crescere e prosperare. La tristezza è stata trovarsi a giocare in stadi in cui appena uscivi fuori toccavi con mano la miseria. Succedeva fino a ieri, appena dopo il confine con l’Est d’Europa. Ma lo strazio e il senso di impotenza l’ho provato dinanzi alla fame e la sete dell’Africa…».

Una sensibilità la sua che nasce da una profonda cultura sportiva.
«Il mio primo allenatore al Milan è stato Cina Bonizzoni, poi ho avuto Gipo Viani. Questi erano educatori prima che dei tecnici. Ci lasciavano sotto la guida di un pedagogo, Bottani, con il quale andavamo a visitare la pinacoteca di Brera. C’era più tempo per vivere e stare a contatto con il tessuto sociale, oggi i giocatori sono blindati al resto della società, pressati dal dover apparire a tutti costi solo per ragioni di sponsor».

Più soldi, più veline, meno cultura, questo è il ritratto del calciatore moderno?
«In parte sì, ma ci sono anche le eccezioni per fortuna. Per questo consiglio sempre di studiare, di darsi un’alternativa oltre al calcio, di imparare altre lingue. Io forse non ne parlerò bene nessuna, ma ovunque sono stato mi sono fatto capire, con i gesti, con la mimica, con il mio fischio. E il maggior riconoscimento è stato quello di venire apprezzato dai giocatori come uomo prima che per le vittorie che abbiamo ottenuto».

Che cosa rappresenta per lei l’Irlanda, oltre alla nazionale che allena?
«Un Paese che mi ha permesso di tornare mentalmente a piedi scalzi, di rivedere in parte quell’Italia ancora sana di quando ero ragazzo. Gli irlandesi mettono ancora al primo posto le relazioni umane e poi mi affascina la loro cultura volta alla promozione e alla crescita dei giovani che è uno dei punti di forza anche della federcalcio di Dublino».

In Irlanda è molto forte anche la radice cattolica, quella che ha temprato pure la sua personalità.
«Io dico sempre che sulla mia spalla viaggiano degli angeli custodi: sono i miei genitori che da lassù mi guidano verso gli incontri con le persone giuste. A tenermi lontano dal male ci pensa l’ampollina di acquasanta che mi fornisce mia sorella, suor Romilde. La porto sempre con me in panchina. Qualcuno ci ha riso su, ma chi scherza con la fede non è un uomo intelligente».

---------------> continua

nicecool ha detto...

hanno preso conte quindi anche se non mi piace sarà "il mio allenatore"

----------------

Non solo Conte non è il mio allenatore ma non è nemmeno la mia Juventus.

Gobbo Trentino ha detto...

Giallo per palati fini ...

http://minkionando.blogspot.com/2011/05/scontro-incontro-tra-due-tra-i-maggiori.html

nicecool ha detto...

Trap sei grande. Lo sei sempre stato. Ti voglio sempre bene.

Spotty ha detto...

Uno molto intelligente e suo ex allievo prediletto, Michel Platini, è diventato il capo della Uefa. C’era da aspettarselo?
«Platini è un leader nato, un uomo di molti fatti e poche parole, come me. È per quello che quando in ritiro andavo in camera sua per il ripasso della tattica faceva finta di dormire… Gran parte delle battaglie che sta facendo con la Uefa mi trovano d’accordo, a partire dalla lotta alla “tratta” dei giovani talenti che arrivano in Europa dai Paesi più svantaggiati».

Il buon Michel però vuole che i ct della nazionali siano “indigeni” e non stranieri.
«Per quello che riguarda me e Capello, senza presunzione, penso che siamo la dimostrazione che il tecnico straniero, in questo caso italiano, ha qualcosa in più rispetto agli altri. Abbiamo una maggior cura del dettaglio e siamo stati forgiati alla convivenza con una critica forte e attenta che quando è costruttiva ci aiuta a migliorarci continuamente».

Siamo anche il Paese di Calciopoli e degli scandali del doping…
«Siamo peccatori, ma anche penitenti che però sanno ripulire in fretta il marcio. Sul doping i controlli più severi e le squalifiche penso che abbiano scoraggiato molto, ma tenere alta l’attenzione è un dovere assoluto per preservare la salute degli atleti e di tutto il movimento sportivo. In Italia comunque il calcio è passione e cultura della costruzione e specie nei momenti di maggiore difficoltà sappiamo sempre tirar fuori un ragno da un buco».

C’è una “tarantola” secondo Capello che sembra inestirpabile, gli ultrà che tengono sotto scacco tutti i club.
«Mi è capitato di dover chiedere il permesso ai tifosi imbufaliti per far allenare la squadra e queste sono cose che accadono solo da noi. E per fortuna che ho vinto tanto, altrimenti quante volte avrei dovuto subire quelle scene? Quello della violenza degli ultrà è un serpente con la coda in bocca, servono regole più trasparenti eliminarlo».

L’arbitro Moreno ai Mondiali del 2002 ha dimostrato che la malafede e la corruzione spesso falsano il gioco …
«Il calcio, così come la Formula 1 sono soggette al mistero e al sospetto. Dove c’è tanto business, le ragioni del portafoglio prevalgono su quelle della coscienza».

Da noi spesso invade il campo anche la politica, lei diventò ct della Nazionale dopo che Berlusconi con le sue critiche fece dimettere Dino Zoff…
«Telefonai a Dino prima di accettare di prendere il suo posto, per capire le ragioni di quella sua decisione. In quel caso la critica era stata davvero forte con Zoff, ma io negli anni ho coniato uno slogan: impara a scegliere gli interlocutori seri e che sanno analizzare i fatti e le persone con obiettività e onestà intellettuale. Così sto alla larga da chi si crede un superuomo e ti bastona solo per farsi pubblicità in tv».

Con Lippi vi siete chiariti sulla storia della “seta”…
«Finalmente ho l’occasione di precisare. Io ho solo detto che “chi ha la seta fa una cravatta di seta, chi ha il cotone la fa di cotone”. Non era un giudizio sulla qualità più pregiata o meno della mia e della sua squadra, anche perché ho riconosciuto che a Dublino l’Italia di Lippi aveva giocato meglio dell’Irlanda. Solite strumentalizzazioni per mettermi contro Lippi, solo per il fatto che anche io ho allenato la Nazionale e fatto debuttare 70 giocatori, molti dei quali sono ancora in azzurro…».

Tutti criticano Lippi per la bocciatura a Cassano, ma anche lei ai Mondiali di Giappone e Corea lasciò Roberto Baggio a casa.
«Baggio l’ho portato a colazione, abbiamo parlato, l’ho aspettato dopo l’infortunio, ma per me non era fisicamente pronto per quel Mondiale. Dunque, solo ragioni tecniche che di sicuro cozzarono con quelle commerciali di chi aveva già fatto stampare 20 milioni di copie del libro di Baggio in giapponese…».

Spotty ha detto...

C’è in circolazione un altro Trap?
«Non dovrei fare il suo nome, perché poi subito lo etichettano come “difensivista” o peggio ancora come ”vice-Trapattoni”, però dato che lo stimo troppo lo faccio: Cesare Prandelli. Credo che mi somigli tanto e vorrei che proseguisse su questa strada arrivando ancora più in alto. Se lo merita».

E lei dopo aver ottenuto tutto, dove vuole arrivare ancora?
«Non conta quello che ho ottenuto fino a ieri, ma quello che potrò fare domani. A 70 anni so che ogni giorno posso ancora imparare e dagli ambienti più lontani dal mio, come mi è successo giorni fa in un’Accademia militare».

Qual è il suo elisir di eterna giovinezza?
«Il segreto, mi dicevano Gipo Viani e poi Gianni Agnelli, è quello di stare sempre a contatto con i giovani e di seguire l’evoluzione delle generazioni con occhi attenti, senza ergersi a censori, ma cercando di capire. Oggi dobbiamo far riflettere i giovani sulle difficoltà della vita, ma stando al loro passo e cercando di ragionare con il loro linguaggio, fornendogli esempi che fanno parte della contemporaneità. Solo così diventeranno adulti».

E il Trap ha deciso cosa farà da grande?
«Vorrei mettere a frutto l’esperienza di tutti questi anni, girare ancora il mondo per raccontare quello che è stato il mio percorso umano e calcistico. Vorrei lasciare una traccia che resti, per sempre».

Tex Willer ha detto...

cristiano rolando costa 170 milioni
ci facciamo un penZierino??

Tirzan di Matera ha detto...

cristiano rolando costa 170 milioni
ci facciamo un penZierino??

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Scus,Ntrea Agnello pe que ffatto dell'acquiscto di Ronaldo,se hai delle difficoltà pe i soldi dammi un cuppetto di telefono ci penso io,se ce ta mettere due lire ce le metto io...

Secco ha detto...

ma nessuno dice niente?
Hanno preso Alonso fino al 2016!
Visto altro che le chiacchiere di Ranieri...

sm ha detto...

E’ il tecnico del momento, è uno stu­dioso di calcio. E ha studiato anche i colleghi italiani. In particolare uno, Giampiero Ventura. Villas Boas raccon­tato a Radio Radio dal collega portoghe­se di Radio Renascença, Silvio Veira, è rimasto colpito dal collega italiano. «Sì, quest’anno il tecnico del Porto ha parla­to spesso e bene del Bari di Ventura». Non che la cosa meravigli: perché finché ha giocato il Bari ha fatto vedere ottime cose, nella scorsa stagione persino stra­bilianti. E allora giriamo i complimenti al diretto interessato, Giampiero Ventura. Parliamo di Villas Boas? Ha studiato il suo Bari lo sapeva? «Per la verità no, l’ho saputo ieri, un giorno dopo. Beh, innega­bile che mi abbia fatto piacere. E’ un bel gesto, un bagno di umiltà che fa molto onore ad un grande che ha appena alza­to la Coppa e che gratifica un collega che di grande non ha fatto niente» . Allora l’omaggio al bagno di umiltà è anche per Ventura, che proprio niente non ha fatto. Il suo Bari, soprattutto l’anno scorso, ha raccolto numeri e con­sensi da prima della classe. «E sincera­mente credo che fosse quello il Bari a cui si è riferito Villas Boas. Immagino che lui possa aver visto le due partite contro l’Inter de lsuo maestro Mourin­ho. Beh, lì tra andata e ritorno facemmo davvero bene. Soprattutto all’andata, l’Inter cambiò assetto quattro volte e noi ci risistemammo in ogni circostan­za neutralizzandoli. Anche Conte, che ora allenerà la Juventus, ha detto più volte di essersi ispirato al mio 4-4-2: so­no attestati che fanno piacere. Così co­me devo dire che trovare un Bari alle­nato da lui mi ha agevolato il compito»

MinKia Maltese ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=Pmu2-SWm0Ac

ascoltate minkioni, ascoltate..

Secco ha detto...

Trent Reznor!

compriamolo a centrocampo

Detari ha detto...

MBond ma sei anche tu in piazza?
:-)