MISTICO HAPPEL JUVENTUS MINKIA CLUB


Il blog del tifo juventino mistico happelliano

... Guida cosmica per juventini vagabondi ...
qui la mischia è ordinata ...
qui si tengono le castagne, la sopressa de casada, il lardo ed il vino buono

... contiene espressioni di superbia,
arroganza, vi sono le parolacce e le donnine no perchè se le vede la moglie...

... il calcio per il resto è sempre lo stesso ...
22 koglioni in mutande che corrono dietro ad un pallone del kazzo ...

Se ne consiglia la visione a Juventini Superdotati ...



lunedì 12 novembre 2012

Jet lag


Ancora imbambolato dalle 13 ore di aereo da Hong Kong ho faticato a tenere gli occhi aperti per la partita ( partita ? ) col Pescara. Potrei dire solo Bene Bene, una goleada che replica quella di mercoledì coi taglialegna danesi , segnali confortanti dopo il lutto di sabato con le Merde.  Il meglio della partita l'ha riservato l'attacco bianconero, Quagliarella e Giovinco avranno avuto in settimana opportune dosi dosi di calci in culo dai piani alti, il che' pare aver avuto effetto come l'Imodium sulle emorroidi. Troppo concentrati e cinici per essere veri, speriamo che durino su questi standard. Nota a margine della partita abruzzese: la novita' tecnica dei 4 davanti comportera' anche piu' rischi in difesa ma rende la squadra offensivamente molto piu' pericolosaora omogenea negli inserimenti dei centrocampisti. Isla mi piace un bel po', Asamoah e' uno che non avevamo da un pezzo, non possiamo non essere ottimisti. Il resto della giornata calcistica ci regala l'ennesima doppietta ( nella merda ) delle milanesi. Anche voi proseguite così'. Sabato prox, ore 18, un pezzo di scudetto passa da Torino, battere la Lazio per continuare la marcia di avvicinamento al Chelsea. Quella partita sarà il meglio da gustare degli ultimi 2 anni. Avanti Juve , non fermarti adesso, fottile tutte e facci godere !!

The flying Berto

121 commenti:

Mariello ha detto...

Pauroso infortunio per Terry: secondo me chiude la carriera.
Auguri John!
ps
prendere solo 1 gol giocando senza portiere è da grande squadra.

Anonimo ha detto...

si hanno notizie sullo stato di paresi di buffon?

Detari ha detto...

spero che la paresi (temporanea) gli venga al momento del rinnovo del contratto.

P.S.
Bramardo e Oddenino avranno esultato all'infortunio di Terry?

Tex Willer ha detto...

allora consigli per gli acquisti
maxi moralez al posto di uno spento giacchettini cosa ne penZate??
poi voglio spendere qlc tasto anche per guarin che ricordo venne perculato a non finire per fortuna che non è venuto da noi ..
(cit)
e ancora (cit)
ribadisco poi ancora una volta come potrebbe farci comodo un gomez qls da catania

Fu senzasenso ha detto...

maxi moralez ...


l'ho detto tre anni fa'...

tuttojuve ha detto...

mister uber alles sulla videobimbominkiachat!

Mariello ha detto...

guarin è una sega.

KarmaKoma ha detto...

il negro con la cresta è una sega!

Mark'O ha detto...

un giocatore che farebbe comodo alla juve forse sarebbe mario gomez del bayern....a me non piace molto, ma devo ammettere che la mette dentro sempre...25 gol/stagione..... che dite?

Mark'O ha detto...

ho guardato su transfermarkt...tra campionato e cl ha fatto piu di 90 gol nelle ultime 2 stagioni :O

Detari ha detto...

maxi moralez è più basso di Giovinco e ho detto tutto :-D

al massimo ci servirebbe Denis al posto della pippa danese.

Gomez (che per 2 anni ha fatto parte dei miei team in FCL) credo sia intoccabile dal punto di vista dell'ingaggio e dei soldini da dare al Bayern. un pò come cercare di comprare Falcao

Detari ha detto...

il negro con la cresta è una sega!
-------------------------------

pogba? ;-)

Mark'O ha detto...

detari in krukkilandia si parla un po' di un caso gomez. inoltre al momento l'attacco del bayern funziona a mille anche senza di lui perquesto penso potrebbe anche partire....certo la valutazione di transfermarkt (42 mln :O e' alta...ma 25 li spenderei

Conte ha detto...

Qual è la più grande difficoltà nell'allenare un club importante come la Juventus?
"La difficoltà è quella di vincere, la più grande difficoltà penso che sia quella a volte di doverti confrontare con un malcostume, con un qualcosa che non riguarda l'aspetto sportivo, ma riguarda il tifo. Allora questa secondo me è la più grande difficoltà: si dice che la Juventus o la si odia o la si ama; io penso che bisognerebbe essere più educati e più rispettosi del lavoro che si fa, cercare anche di dire 'cavolo, però la Juventus gioca veramente un bel calcio, la Juventus per 49 partite è stata imbattuta, nessuno è riuscito a superare la Juventus, la Juventus da più di 20 partite è in testa al campionato, ha vinto lo scudetto, ha vinto la Supercoppa, la Juventus ha il miglior attacco, ha la miglior difesa'. Non vedo questo, vedo un grande tifo, purtroppo anche tra i professionisti, soprattutto tra i professionisti, tra chi fa giornalismo; questo mi dispiace molto, perchè ripeto, la professionalità va al di soprattutto, non deve essere una questione di tifo, ma una questione di rispetto e professione. E mi dispiace quello che è successo in Juventus-Nordsjaelland, quando dopo la fine della partita...intanto visto che qualcuno ha cercato di dire la verità, la verità la dico io: dopo Juventus-Nordsjealland, partita che noi abbiamo vinto 4-0 - doveva ancora terminare Chelsea-Shakhtar -, io passo dalla sala stampa, mi rifugio nella stanza dove sono prigioniero insieme a Riccardo Scirea, perchè purtroppo non posso scendere negli spogliatoi... sono lì a guardare un po' le statistiche e dalla parte della sala stampa sento un boato, un boato, perchè ho sentito gridare ed esultare, gridare ed esultare, e non può essere stato nè uno nè due. Sono uscito, e mi è dispiaciuto vedere dei professionisti che invece di fare i professionisti fanno i tifosi ed esultano per il gol di una squadra che non è neanche una squadra nazionale, ma una squadra estera. E poi mi è molto dispiaciuto vedere che io ero nervoso: no, io non ero nervoso, perchè io ero anche molto felice e tranquillo per il 4-0 e mi ha dato molto fastidio sicuramente quella mancanza di rispetto e mi sono vergognato per quelle persone, perchè ho capito che erano poco professionali, sicuramente non dei professionisti e mi dispiace che purtroppo erano dei giornalisti che hanno a che fare quotidianamente con noi".

Conte ha detto...

Mister perchè non dà continuità agli attaccanti preferendo la loro continua rotazione?
"Guarda questa è una bella domanda, così rispondiamo anche ai giornalisti. A parte che ai giornalisti bisognerebbe rispondere con i risultati, perchè penso siano la migliore risposta in assoluto. Noi abbiamo 5 attaccanti con l'arrivo di Bendtner; l'anno scorso ne avevamo lo stesso 5, sono andati via Borriello e Del Piero, sono stati rimpiazzati da Bendtner e Giovinco; sono stati confermatissimi Vucinic, Matri e Quagliarella, perchè credevamo in loro, credevamo in quello che hanno fatto l'anno scorso, crediamo in quello che fanno quest'anno. Continuità significa per far giocare per due-tre partite la stessa coppia di attaccanti, continuità significa quindi non far giocare gli altri tre in panchina; comunque è sempre un non riuscire a far quadrare i conti, perchè poi se fai giocare Vucinic e Giovinco non fai giocare Matri, Quagliarella e Bendtner. A me quello che interessa è che ci sia sempre una grande risposta da parte di questi cinque attaccanti, risposta che ho avuto l'anno scorso, risposta che ho avuto quest'anno. Loro sanno che non ci sono delle gerarchie assolute, perchè l'ho spiegato anche a loro: penso di avere attaccanti che si equivalgono; hanno caratteristiche diverse però sono attaccanti che si equivalgono tutti; sfrutto quello che vedo in allenamento, il loro momento, il loro stato di forma, è inevitabile che spero che le risposte che mi hanno dando Giovinco e Quagliarella a Pescara, ci siano in futuro; o le risposte che mi hanno dato Giovinco, Matri e lo stesso Quagliarella co, Nordsjealland ci siano in futuro, così come le risposte che mi ha dato Vucinic quando ha giocato, Bendtner quando ha giocato a Catania. Quello che conta è quando scelgo la coppia di attaccanti titolare ci siano dele risposte; io fino a questo momento ho avuto sempre grandi risposte da parte di tutti; è inevitabile che si cerchi sempre la polemica, perchè alla Juventus non va mai bene niente. Oggi leggevo su un giornale che Quagliarella segna gol a grappoli, ma viene utilizzato col contagocce: io dico che Quagliarella ha giocato tanto quest'anno, è tornato ad essere il calciatore che era prima dell'infortunio; ha dovuto patire per tantissimo tempo il recupero della migliore forma, però adesso io dico di guardare l'aspetto positivo; adesso Quagliarella sta segnando come sta segnando Giovinco; domani uscirà che Matri, che non sta segnando, è in crisi. E' un po' il malcostume che si sta insinuando nel nostro calcio, quello di non guardare mai l'aspetto positivo, ma di cercare sempre la polemica. Questa è una brutta cosa perchè sta portando il calcio alla deriva in Italia; noi ce ne stiamo accorgendo perchè quando andiamo in Europa prendiamo schiaffi da tutti".

Conte ha detto...

A prescindere dalla bravura dei tuoi collaboratori, quanto pensi risenta della tua assenza sul campo la squadra?
"Penso di aver risposto abbastanza esauriente prima, nel dispiacere di non essere in panchina, nel non avere quel contatto in quei 95 minuti con l'erba del campo, con quell'atmosfera, con i calciatori, con i tifosi, con gli arbitri, con i miei collaboratori; però come ho detto, abbiamo la fortuna di avere alle spalle un anno in più di lavoro, con calciatori che... non potrei prendere di averne di migliori di quelli che ho, perchè ripeto io ho dei grandi calciatori e soprattutto dei grandi uomini; questo ci sta permettendo, assieme alla bravura dei miei collaboratori, di essere primi in classifica, di essere imbattutti ancora in Champions, con tutte le carte in regola per andare avanti, di essere riusciti a vincere il primo trofeo stagione, di essere riusciti a fare cose straordinarie che non vengono tanto esaltate dai media, che preferiscono dare più spazio a situazioni temporali o a delle meteore".

Qual è il più grande giocatore contro il quale hai giocato?
"Senza dubbio Maradona. Io quando ero nel Lecce, ai tempi di Boniek, venivo utilizzato come mediano, marcatore della mezz'ala. Ricordo che giocammo a Napoli contro il Napoli, in cui feci anche il primo gol in Serie A. Marcavo praticamente Maradona a uomo, erano gli ultimi anni di Diego, però era un giocatore straordinario anche in quegli anni, vedevi la forza di questo calciatore. Parlandone anche con Ciro, mi diceva che era l'unico giocatore che da solo portava gli altri a vincere le partite, perchè aveva grandissimo carisma, grandissima personalità; lui se voleva vincere la partita la vinceva; Diego Armando Maradona è il più grande in assoluto. Mi è sarebbe piaciuto anche trovarmi ai tempi di Pelè, perchè considero lui e Pelè i giocatori più grandi in assoluto e più forti al mondo; in questo momento penso che Messi sia sulle orme di tutti e due".

L'imitare di Crozza ti dà fastidio o ti fa sorridere?
"(ride, ndr). Vedendo come l'ha presa mia moglie...mia moglie quando mi vede arrabbiato mi dice...'agghiacciante, agghiacciante'. Noto con piacere che anche i vocabili che uso, poi diventano anche un cult, nel senso che poi vedo che nei giornali si inizia a utilizzare dei termini che utilizzo io. Questo è molto positivo perchè essere imitato significa aver raggiunto una popolarità ...non voglio essere poco umile, ma prendo il lato positivo. Io penso che Crozza lo faccia bene perchè alla fine mi invidia i capelli, anche lui è proprio pelato...io invece sono andato lontano per cercare di essere diverso da lui (ride, ndr), anche se lo stress adesso mi sta facendo un'altra volta cadere i capelli trapiantati. Questo non va bene. Comunque complimenti a Crozza, anche se questa chiacchierata con voi darà ulteriori spunti, perchè ultimamente ha pochi spunti per imitarmi. Complimenti a lui perchè è molto bravo".

Conte ha detto...

Mister, quanto crede in Pogba?
"Mah...Paul...a volte sento dire che non si crede nei giocatori giovani, ma Paul ha 19 anni ed io non ci ho pensato mezza virgola a dargli una maglia da titolare, a responsabilizzarlo, perchè alla fine io sono un esempio del fatto di aver esordito a 16 anni. Io ho esordito in serie A a 16 anni, quindi se un calciatore ha delle potenzialità e l'allenatore si accorge che è bravo, non conta l'età. Paul è un giocatore che ha delle doti, delle qualità, mezzi straordinari, sta a lui, sta a me, cercare di farlo crescere per diventare un campione; ha tutte le qualità perchè è un ottimo ragazzo, è un ragazzo molto applicato, è un ragazzo che ha voglia di imparare; lo noto per come si sforza di imparare l'italiano: lui nonostante l'anno scorso dovesse ancora arrivare alla Juventus, già ha iniziato a parlare italiano; io con lui parlo italiano, è un ragazzo molto applicato, che ha doti straordinarie e può diventare tra i numeri uno al mondo. Però è un ragazzo, non deve perdere mai la bussola, ma come lo dico per lui, lo dico per tutti i ragazzi, perchè a quell'età basta una partita affinchè i mezzi televisivi e la carta stampata ti facciano credere di essere un campione e poi invece ti ritrovi la volta dopo che giochi male ad essere un brocco, o a dire che la società ha sbagliato l'investimento. Lui ha grandi mezzi e sta a me, alla sua volontà, farlo crescere. Però dico senza mezzi termini che è un potenziale campione, un potenziale numero uno a livello mondiale".

Cosa è la Juventus per te?
"Juventus sicuramente è emozione, Juventus è una parte di vita professionale importantissima, determinante, quindi per me sicuramente sono forti emozioni; famiglia di juventini, mio padre presidente della Juventina Lecce, quindi io penso che questo la dica tutta su come siamo nati e su come siamo cresciuti. E' inevitabile che poi io ho avuto la fortuna anche di giocare solamente in due squadre, Lecce e Juventus: Lecce la squadra della mia città, quindi due squadre sicuramente del cuore; è inevitabile che quando ho iniziato questo percorso di allenatore, avevo messo in preventivo di essere itinerante, di essere professionista; io lo sono stato e ho amato le squadre per cui ho allenato, mi riferisco ad Arezzo, a Bari, all'Atalanta e al Siena; adesso sono tornato a casa, alla Juventus ed è molto molto bello; per me Juventus è un'emozione forte".

Mister, ti piacerebbe diventare per la Juve quello che Ferguson è per lo United?
"Mah...appena arrivato alla Juventus, un'intervista che mi ha fatto molto piacere leggere, è stata quella del nostro presidente Andrea Agnelli, in cui pensava e si augurava che con questa scelta io potessi comunque diventare il Ferguson della Juventus. E' un calcio molto molto intenso, molto tosto, molto stressante, molto tutto in Italia; quello che affrontiamo noi anno per anno, non sono solo dei pesi calcistici, ma anche soprattutto extracalcistici molto molto forti. Mi auguro di esserlo per tantissimo tempo, perchè sono nel posto dove mi auguravo di essere, sono in una grandissima squadra, speravo e sapevo che sarei tornato un giorno, dopo che c'è stato il mio addio al calcio nel 2004. Quindi in questo momento sono molto molto contento e spero di continuare a crescere io, di continuare a vedere crescere la squadra, di continuare a crescere la Juventus in tutto e di continuare questo rapporto per molto più tempo; finchè avrò entusiasmo e passione, sarò sempre alla Juventus, nel momento in cui dovessero mancarmi queste due qualità, questo sacro fuoco che ho dentro, allora sarò il primo ad andare dal presidente a dire che è giusto cambiare".


Conte ha detto...

Mister vede somiglianze tra la sua Juve e il Dortmund?
"Il Dortmund è una squadra che ammiro molto, che spesso e volentieri mi piace vedere giocare; io sono molto fissato, molto patito, studio molto, purtroppo la mia famiglia lo testimonia, perchè spesso e volentieri, quando sono a casa è una lotta con mia figlia, perchè appena arrivo sta guardando i cartoni animati e dice: 'Papà non calcio oggi per favore'. E poi alla fine prevale l'interesse della famiglia. Ho visto l'ultima partita che il Dortmund ha fatto col Real Madrid...il Dortmund è un'ottima squadra, mi piace molto, perchè ha un'organizzazione di gioco, corrono tanto; l'anno scorso il Dortmund insieme al Monaco era la squadra che correva di più, portava una maggiore intensità in tutta Europa; c'è un ottimo allenatore; l'anno scorso hanno vinto lo Scudetto e sono usciti nella prima fase; avevano tanti calciatori che erano alla prima esperienza; vedo attinenze con noi; quest'anno, però, mi auguro che noi a differenza loro riusciamo a superare il primo turno; è una squadra che comunque dà emozione, mi piace guardarla, quindi complimenti alla sosicetà, al loro allenatore e ai loro calciatori".

Mark'O ha detto...

GRANDE MISTER

Conte ha detto...

Caro mister, perchè non gioca con il 4-3-3 con le squadre più piccole?
"Partendo dal presupposto che questi sono numero...4-3-3, 5-7-2, 8-1-1, a me quello che interessa, sono i principi di gioco. Il 4-3-3 contro le squadre più piccole è un sistema di gioco più difensivo rispetto a quello che noi facciamo, perchè il nostro sistema di gioco quest'anno è il più offensivo in assoluto, basta guardare...e qualcuno sta iniziando ad accorgersene...è un sistema di gioco talmente nuovo che i numeri sono numeri nuovi e siccome alcuni non sono ferrati fanno fatica a capire come giochiamo. Il sistema di gioco che stiamo adottando adesso è super offensivo. Il 4-3-3 lo vedo più difensivo rispetto a quello che stiamo attuando adesso".

La squadra ha ritrovato la fame che per un attimo aveva perso. Cosa ha detto alla squadra dopo la sconfitta con l'Inter?
"Io dico che la Juventus non ha mai perso la fame, sicuramente in alcune partite - ed è un tema che abbiamo affrontato prima della gara con l'Inter - eravamo meno intensi, meno cattivi, meno determinati, però era più un atteggiamento inconscio dei ragazzi, perchè come ho detto veniamo da 13 mesi di lavoro, 13 mesi in cui questa squadra ormai ha recepito, ha preso coscienza dei propri mezzi, ha una propria organizzazione, uan mentalità, quindi questo ha portato dei benefici in fatto di fiducia nei calciatori; la squadra ha vinto e in questo momento si sente forte. Questo a volte magari ha portato a sottovalutare il fatto che non bisogna mai dimenticare che non dobbiamo mai perdere la nostra intensità. La vittoria con l'Inter... no..la sconfitta (ride, ndr) - mi sero abituato alla vittoria... - mi ha un po'... complimenti all'Inter perchè è stata la squadra che co ha battuto dopo 49 partite. Quindi complimenti all'Inter perchè sta facendo sicuramente cose straordinarie, ce la troveremo per competere per la vittoria dello Scudetto, e che vinca il migliore tra noi: Napoli, Lazio, Fiorentina, Roma e Milan. Ma se riusciamo ad essere più consapevoli di quello che siamo, ad essere sempre intensi, abbiamo un po' di chance di essere sempre contenti".

Conte ha detto...

Com'era il rapporto con Del Piero la passata stagione?
"Con Ale c'è sempre stato un rapporto molto vero, all'insegna della verità sempre, dela schiettezza, in virtù anche del fatto che con Ale avevamo passato dieci anni da compagni, quindi è sempre stato un rapporto basato sulla sincerità, sulla schiettezza, sul dirci sempre tutto. Ale io lo ringrazierò sempre per quello che ha fatto l'anno scorso, come si è comportanto lui insieme ai più vecchi, il riferimento è a lui e a Buffon. Successivamente si è unito anche Andrea insieme alla vecchia guardia. Per me è stato fondamentale l'anno scorso, ma anche per il gruppo, per la squadra, per tutti, per tornare a vincere. Sono contento che ora abbia trovato la sua gioia, la sua contentezza, nel giocare in Australia; lo seguo, quando posso lo guardo e sto vedendo che è il protagonista assoluto e non poteva essere altrimenti. Quindi gli auguro tutto il bene. So che tifa e tiferà sempre per noi, così come noi tifiamo le FC Sydney e per lui soprattutto".

Quali sono state le tue due partite perfette nella Juve da calciatore e da allenatore?
"Posso parlare da calciatore, ma trovare partite perfette per me che ero imperfetto è difficile. Posso ricordare sicuramente partite memorabile, come la vittoria in Champions, anche se ebbi un infortunio gravissimo che mi fece saltare gli Europei. Una partita che mi rimarrà più impressa nella mente e nel cuore è quella all'Old Trafford, contro il Manchester, quando feci gol. Mi ricordo che tornavamo in aeroporto e i tifosi mi presero in braccio e mi portarono in trionfo. Rimasi esterrefatto per questo e mi fecero arrossire molto. Da allenatore la partita perfetta mi auguro sia sempre la prossima, quindi quella contro la Lazio, poi quella successiva

Conte ha detto...

Mister, cosa pensa del trattamento che i media hanno nei nostri confronti? Gli errori pro Juve esaltati e gli altri nulla...
"Mi sembra di aver risposto in maniera esauriente in precedenza, quindi non mi sembra il caso di caricaricare eccessivamente, anche perchè ho già caricato".

Hai dimostrato fiducia in Giovinco: quali caratteristiche ha e quali deve ancora esprimere?
"Io penso che in questi quindi mesi di aver dimostrato in tutti i miei calciatori. Giovinco è un calciatore che è nato nel settore giovanile, così come Marchisio e De Ceglie, ed è bellissimo che lui giochi nella propria squadra, nella squadra in cui è nato; così come il Barcellona ha la cantera, noi ci auguriamo con questo nuovo progetto di portare più giocatori possibili del settore giovanile nella prima squadra. E' inevitabile che devono essere bravi come Marchisio, De Ceglie e Giovinco, non è che possiamo portare in prima squadra delle pippe. Questo è un avvertimento per i ragazzi del settore giovanile: siamo pronti, aperti. Giovinco penso sia un calciatore che rispetto agli attaccanti....ripeto, per me gli attaccanti sono tutti degli ottimi giocatori, hanno tutti delle qualità e della caratteristiche diverse. Giovinco rispetto agli altri, ha sicuramente più facilità nell'uno contro uno, è un giocatore che comunque determina con degli assist, può prendere dei rigori perchè fa l'uno contro uno in area, punizioni, è un giocatore che ha dimostrato lo scorso anno con i dieci gol e anche quest'anno - perchè non dimentichiamocelo che ha fatto cinque gol. Al di là di quello, Giovinco deve crescere, insieme a tutti gli altri, ma deve soprattutto quello che io chiedo agli attaccanti durante la partita. Lui lo sta facendo bene, così come lo sta facendo Bendtener, così come lo sta imparando Bendtner, così come lo stanno facendo bene Matri, Vucinic e Quagliarella".

Conte ha detto...

Credete di poter fare la finale di Champions? Se poteste scegliere, contro quale squadra preferiresti giocare in finale?
"Partendo dal presupposto che io non abbia parlato in questi mesi, ricordo a tutti da dove arriviamo e non mi piace ribadirlo più di tanto, perchè dovrebbe essere un concetto chiaro e al tifoso deve diventare un concetto chiaro. Il tifoso non deve fare solo il tifoso, ma bisogna anche pensare al passatom da dove arriviamo e quello che stiamo facendo. Io dico sempre che c'è una squadra da percorrere: noi abbiamo utilizzato in questi 13 mesi una scorciatoia fatta di lavoro, di determinazione, di passione, di intensità, di lacrime, e questa scorciatoia ci ha portato a vincere lo Scudetto. Una cosa inimmaginabile, impensabile, insospettabile, da parte di tutti. E lo abbiamo fatto in pochissimo tempo utilizzando queste scorciatoie. Adesso siamo tornati in Champions, ma non bisogna mai dimenticare che c'è una strada da percorrere, allora se io sento dire da Mancini che il Manchester City ha bisogno di dieci anni per vincere la Champions, con tutti gli investimenti che fanno, se sento dire da Ancelotti che al Paris Saint Germain servono cinque anni per vincere la Champions e vedo che investono centinaia e centinaia di milioni, allora io dico: alla Juventus, se andiamo in base alla proporzione degli investimenti, in questo momento di grandissima difficoltà per il calcio, penso allora che non la vinceremo mai. Ma siccome il calcio non è fatto esclusivamente di soldi, allora io dico che dobbiamo lavorare, che dobbiamo continuare su questa strada, sapendo che abbiamo intrapreso un percorso che non è facilissimo quello della Champions. Siamo imbattuti, abbiamo da giocarci le nostre gare; e mi è piaciuto molto quello che ha detto Buffon, abbiamo il destino nelle nostre mani: se saremo bravi, andremo avanti, altrimenti andremo in Europa League, se saremo bravi ad entrare in Europa League. In caso contrario, ci rimarranno il campionato e la Coppa Italia. Io parto dal presupposto che dovremmo essere sempre bravi a conquistarci quel qualcosa: se saremo bravi, andremo avanti, altrimenti nessuno si deve fasciare la testa, si deve capire che c'è un percorso da fare. Noi - parlo di me, dei calciatori, della società e del presidente, abbiamo voglia di riportare la Juventus ai massimi livelli. Come? Tramite il lavoro. Però serve pazienza, non bisogna farsi prendere dalla frenesia e soprattutto parlo con i tifosi: già l'impazienza c'è da parte degli altri, se comincia ad esserci anche da parte dei nostri tifosi diventa un grande grande problema. Quando c'è impazienza da parte dei nostri tifosi, dico: 'guardatevi dietro e sorridete".

Conte ha detto...

Mister, dicono soldatini ai nostri ragazzi, ma quali sono i valori umani che devono avere i calciatori della Juventus?
"Partiamo dal presupposto che a me è piaciuto molto quello che ha detto Bonucci, quando si parla di soldatini qui si parla di professionisti. Quando io parlo di professionalità e di professionismo in altri campi, io per primo e i calciatori dobbiamo essere professionisti nel nostro lavoro. Noi chiediamo professionalità, chiediamo ai nostri ragazzi di essere professionisti. Debbo dire in tutta onestà che quando andiamo a prendere un calciatore, quando decidiamo di investire - anche perchè oggi non possiamo permetterci di fare investimenti sbagliati - le cose che andiamo a vedere, oltre alle cose dal punto di vista tecnico-tattico, chiediamo se il calciatore ha dei requisiti umani importanti. Perchè nei momenti di difficoltà - e di momenti di difficoltà ce ne sono tanti durante l'annata - il calciatore viene sempre in secondo piano ed emerge sempre l'uomo. Se noi abbiamo una squadra fatta di uomini, allora vinciamo, così come è successo l'anno scorso, così come ci auguriamo possa succedere anche quest'anno. Quando invece dietro l'uomo c'è un quaquaraquà, un uomo di poca cosa, allora sono i primi che ti fanno affondare, quindi preferiamo lasciare questi giocatori agli altri".

KarmaKoma ha detto...

un giocatore che farebbe comodo alla juve forse sarebbe mario gomez del bayern....a me non piace molto, ma devo ammettere che la mette dentro sempre...25 gol/stagione..... che dite?
---------------------

fu offerto alla Juve, ma dissero di no ...

Anonimo ha detto...

sopra il metro e settanta non prendiamo niente!!!

SJ ha detto...

ne ha dato di perle il mister oggi eh?

quaqquaraqua
meteore
schiaffi da tutti
giornalisti tifosi

insomma un bel po' di sassolini..
eh eh

SJ ha detto...

Mr Baggio ci sei?

Come hai visto la partita di sabato se l'hai vista?

Detari ha detto...

Mark
ma il caso Gomez è relativo all'infortunio?

SJ ha detto...

ho capito!
ci si rilegge alla prossima sconfitta?

SJ ha detto...

x il mio fre e per coloro che....
-----------------------------------
"Ho scelto di parlare con voi, i nostri tifosi, poichè mi siete stati vicini durante questo momento particolare"

"Il mio lavoro si è dovuto triplicare in questi tre mesi, perchè se comunque prima e durante la partita riesci ad intervenire anche su un qualcosa che stavi vedendo di diverso e che non hai visto o trovato durante la settimana, diventa adesso un po' più difficile. Però ho la fortuna di avere dei collaboratori ottimi, da Alessio, a Carrera, a Filippi, i preparatori, e soprattutto di avere dei calciatori molto responsabili, dei calciatori che sono prima degli uomini e poi degli ottimi professionisti. Questi sicuramente mi stanno aiutando molto, mi stanno aiutando molto i risultato della Juventus. Ci ha aiutato molto anche il fatto di essere insieme da più di un anno, l'organizzazione di gioco. Sono riuscito ad entrare nella testa dei giocatori calcisticamente e questo ci aiuta molto. Però a me manca molto il fatto di non sedermi panchina, di non avere quel contatto nei 90 minuti con l'erba, con i miei calciatori, con gli avversari, con i tifosi e con gli altri".

KarmaKoma ha detto...

@SJ

capisco il punto di vista di conte, ma rimango dell'opinione che è più per un fatto suo che effettivamente valido sulla gestione della partita. manca di più nello spogliatoio tra primo e secondo tempo. ci fosse il time out come in altri sport allora sarei d'accordo al 100%. e riporto sempre l'esempio di lippi, liedholm, ferguson (il phon lo fa negli spogliatoi non in panchina) ...

SJ ha detto...

Conte ha detto...
Caro mister, perchè non gioca con il 4-3-3 con le squadre più piccole?
"Partendo dal presupposto che questi sono numero...4-3-3, 5-7-2, 8-1-1, a me quello che interessa, sono i principi di gioco. Il 4-3-3 contro le squadre più piccole è un sistema di gioco più difensivo rispetto a quello che noi facciamo, perchè il nostro sistema di gioco quest'anno è il più offensivo in assoluto, basta guardare...e qualcuno sta iniziando ad accorgersene...è un sistema di gioco talmente nuovo che i numeri sono numeri nuovi e siccome alcuni non sono ferrati fanno fatica a capire come giochiamo. Il sistema di gioco che stiamo adottando adesso è super offensivo. Il 4-3-3 lo vedo più difensivo rispetto a quello che stiamo attuando adesso".

-------------------------------

niente da dire?

SJ ha detto...

parole sue fre, non mie, anche se avevo intuito queste difficoltà ed io sono un super profano...

prenditela con Conte :-)

Tex Willer ha detto...

avete problemi sessuali? alcuni di voi di sicuro!! bene qui potete trovare il modo per risolverli

http://cinemaestri.blogspot.com/2012/11/tutto-quello-che-avreste-voluto-sapere.html

Anonimo ha detto...

è più una mancanza di Conte del campo, dello stare in panchina...ed è anche comprensibile, ma non vedo sue segnalazioni su comunicazione poco efficace dei suoi collaboratori durante la partita.


sul modulo, condivido che il 433 è più difensivo, ma come dice correttamente sono numeri.


se tu infatti sposti i terzini del 433 a intervenire sulle ali avversarie e abbassi il mediano i fase di non possesso, tra i due centrali (dottrina senzasenso con de rossi-alias Spalletti) ecco che ottieni una sorta di 343 o 334 in fase offensiva se fai abbassare anche la punta centrale (o centravanti ombra).

Ma come dice correttamente sono solo numeri...quelli cari a Staminchioni

Tex Willer ha detto...

guarin è una sega.
----------
ahahahah è meglio bender!
cazzo ha un tiro al fulmicotone vedere punizione di ieri sera e chiedere a buphone
si propone con continuità impressionante e l'unico neo che gli ho visto è una scarsa propensione alla marcatura e al rientro in copertura ma non conoscendo il giocatore non so dire se è dovuto al suo ruolo o caratteristiche non sapendo in che zona gioca però davanti fa paura per controllo e tiro non capisco come possa essere consoderato addirittura una sega

KarmaKoma ha detto...

perchè il nostro sistema di gioco quest'anno è il più offensivo in assoluto, basta guardare...
------------------------------
non parlava della CL vero?

Chelsea-Juventus
2Offsides1
12Fouls13
5Corners5
27Throw ins17
7Dribbles3
18Tackles28
85%Pass Success82%
58%Aerial Success42%
54%Possession46%

juventus-talpe
1Offsides2
19Fouls12
7Corners1
22Throw ins17
6Dribbles7
17Tackles20
79%Pass Success87%
61%Aerial Success39%
42%Possession58%

SJ ha detto...

non vedo la statistica relativa ai tiri in porta..

c'è da dire che contro le talpe abbiamo rischiato seriamente di perderla mentre contro i detentori della coppa dalle grandi orecchie abbiamo rischiaro seriamente di vincerle...

detentori dalla coppa dalle grande orecchie che nel loro match in casa contro le talpe hanno vinto di culo ma hanno vinto, chiedi agli esultanti...

frate' non per dire, quello che dici tu è tutto vero, il mister che lavora in settimana, la minore incidenza del gioco in europa, ma anche ciò che dico io ha fondamenti di verità - la possibilità di fare correttivi in corsa e una maggiore pericolosità in attacco (al netto di talpe e viola)

Mariello ha detto...

ahahahah è meglio bender!
cazzo ha un tiro al fulmicotone vedere punizione di ieri sera e chiedere a buphone
si propone con continuità impressionante e l'unico neo che gli ho visto è una scarsa propensione alla marcatura e al rientro in copertura ma non conoscendo il giocatore non so dire se è dovuto al suo ruolo o caratteristiche non sapendo in che zona gioca però davanti fa paura per controllo e tiro non capisco come possa essere consoderato addirittura una sega
-----

peccato che abbia solo il destro
peccato che se gli chiudi la percussione in cui si allunga la palla per giungere al tiro lo annulli
peccato che non alzi mai la testa
peccato che non sia in grado di contrastare in mezzo al campo
peccato che sia sempre fuori posizione sulle uscite dal giro palla difensivo degli avversari
un Adriano più magro insomma.
le fregnacce lasciamole a Sconcerti e Zazzaminkia Zio....

KarmaKoma ha detto...

SJ

se parla della serie A sono con lui al 100%, se parla della CL i numeri gli danno torto ... ma ciò non va a cambiare la mia idea di conte allenatore ... ottimo in italia, in europa vedremo ... anche se potrà fare bene (e se gli comprassero dei giocatori decenti, non sarebbe male)

sul fatto delle urla dalla panca, rimane un fatto psicologico e non tecnico ... poi se vogliamo dire che i secondi non hanno il suo carisma, su quello non ci piove ... ma quello si ha anche senza urlare, anzi ... e ripeto lippi, liedholm, ferguson, piccolo Happel ...

Anonimo ha detto...

è un po' spensierato Guarin, ma ha buone qualità.

U carcamagnu ha detto...

Sj basta chiedere al gobbo se ha lasciato gli operai da soli in chiesa a montare i cavi elettrici o se é andato di persona a supervisionare il lavoro ......:-)

Mark'O ha detto...

ma il caso Gomez è relativo all'infortunio?
________
viene criticato gia da un po' di tempo dalla stampa per essere un pdl e pure hoeneß del bayern ogni tanto mette benzina tipo dopo la finale di cl ha dato la colpa a gomez... bradigamende ha detto: gomez e' bravo, ma non molto bravo! ;D

KarmaKoma ha detto...

Sj basta chiedere al gobbo se ha lasciato gli operai da soli in chiesa a montare i cavi elettrici o se é andato di persona a supervisionare il lavoro ......:-)
---------------------------

gli ho dato le istruzioni ad inizio lavori ... io progetto ... loro eseguono ... non serve che gli dica "prendi il cacciavite, passagli la spelafili, tira il cavo, la terra è quella g/v ..." o lo sanno fare o è meglio che cambiano lavoro ... :D

SJ ha detto...

CHE CULO CHE HAI FRE'

mai dovuto intervenire per correggere in corsa eventuali errori?

non ci credo eh eh

KarmaKoma ha detto...

CHE CULO CHE HAI FRE'

mai dovuto intervenire per correggere in corsa eventuali errori?

non ci credo eh eh
--------------------
quello è compito del loro caposquadra ... l'alessio della situazione ... :D

o se si è in un cantiere di una certa dimensione dell'assistente ai lavori ... (il secondo a tutti gli effetti) :D

Detari ha detto...

Guarin è un Felipe Melo ma meno psycho

U carcamagnu ha detto...

Detari che nostalgia canaglia

Stasera vado su milf e apro un topic

RIVORRESTE MELO E DIEGO?

SJ ha detto...

ALLORA SIAMO IN BUONE MANI...

U carcamagnu ha detto...

Oppure MATRI IL NUOVO AMAURI

Detari ha detto...

Carca magara!
belli i tempi dello scazzo e del flame...peccato ti sia fatta terra bruciata tutta intorno
:-D

U carcamagnu ha detto...

Lotito : non avremmo mai infierito con 6 gol noi siamo sportivi.



Conte ha sempre ragione. .

KarmaKoma ha detto...

il negro con la cresta è una sega!
-------------------------------

pogba? ;-)

-------------------------
mi riferivo a gomitelli ... ma effettivamente ha la cresta pure il francese ... ed ha pure rajola come procuratore ... speriamo bene ...

Detari ha detto...

Lotito è il classico floscio con il qulo degli altri

Tex Willer ha detto...

è un po' spensierato Guarin, ma ha buone qualità.
______

mah io non celeso le cose come voi pur tuttavia è entrato con noi e ha cambiato la partita quando eravamo protesi al pareggio e ieri sera si è procurato due punizioni dal limite di fila la prima gliel'ha calciata alta il butterato di prepotenza la seconda un perentorio "ghe pensi mì" e una sassata micidiale in rete
chettedevodì frà amemmepiace!!

Tex Willer ha detto...

amauri in effetti ci manca uno come lui al meglio delle sportellate e della difesa palla atta a far salire la squadra
ad esempio bender non è amauri a noi servirebbe come il pane l'amauri del primo cantante il mitico allenatore più amato da voi nel miserabile lasso di tempo tra calciopoli e il profeta ..trapuntato

Detari ha detto...

a proposito di allenatori
mitico Piepiero che fa fuori anche l'allenatore in Austrelia dopo averne fatti fuori a migliaia in Italia

SJ ha detto...

Zio Do' non giochiamo più palla avanti alla cazzo

paperino ha detto...

http://i.imgur.com/4TN59.gif

NonMollo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=KBARvn3eJuo#!

Tex Willer ha detto...

I NS AMICI SON TUTTI IMPEGNATI CON LE PRIMARIE DEL PD MA NON DISPERATE TORNERANNO TRA POCO SMALTITA LA NAUSEA

KarmaKoma ha detto...

vomito (cit.)

Anonimo ha detto...

Il PD vincerà le elezioni , questo è matematico e continueremo a essere governati da politici mediocri , arroganti e capaci solo di massacrarci di tasse . Chi può scappare lo faccia . Questo paese è morto e se non andrà in mano a questa nuova razza di comunisti finirà in pasto a un visionario manettaro con l'etilometro sballato da troppe seghe su internet . Povera Italia . Bertino Furioso

Anonimo ha detto...

Il tecnico bianconero su Twitter scherza: "Quanto mi manca la panchina? Me la sono fatta costruire una in casa da mia moglie per litigare con qualcuno...".

KarmaKoma ha detto...

Il PD vincerà le elezioni , questo è matematico e continueremo a essere governati da politici mediocri , arroganti e capaci solo di massacrarci di tasse . Chi può scappare lo faccia . Questo paese è morto e se non andrà in mano a questa nuova razza di comunisti finirà in pasto a un visionario manettaro con l'etilometro sballato da troppe seghe su internet . Povera Italia . Bertino Furioso
--------------------
come non quotarti berto ... e che fa pena è che tutta la mattina discutono dei padri spirituali della sinistra e non che i fantastici 5 tolto lo slogan "berlusconi porco" hanno idee politiche pari a 0.

sj ha detto...

ma quale primarie qua si schiatta di lavoro...

Mariello ha detto...

quanto mi sta sui coglioni che la clava vinca sul fioretto, che la corsa trionfi sulla classe...

fanculo....

SJ ha detto...

Marie' ieri sera in zappa dicevo al buon Mason che purtroppo il più grande limite di Roger è la tenuta mentale.
Era andato a servire per il set e si è fatto brekkare due volte di fila...

peccato..

cmq la partita non l'ho vista volutamente, fa troppo male vederlo perdere così

Tex Willer ha detto...

chi vince è il più forte pochi manici e nole è forte e pure simpatico e poi il tennis è anche forza perchè no? se no si rimaneva ai tempi di lacoste pancho segura prima e gonzales poi senza dimenticare sancho panza ;-))

KarmaKoma ha detto...

si ma il tennis odierno, tolto re roger è 90% fisico e prima di servizio ...

Tex Willer ha detto...

a propò ricordo il primo tennista pancho gonzales nome epico del quale arrivavano le gesta quand'ero bambino e mi appassionavo di sport un tipo alla sivori per intenderci tra noi ragazzetti in testa alla classifica mondiale tra gli anni 50e 60 giocando da professionista altro nome che mi rimase impresso fu un certo pnetti (penti la pronuncia) nikula che salto 4.60 con l'asta e sembrava un recodr incredibile ai tempi che poi battè addirittura con l'oro a europei di belgrado 62

gattone mecir ha detto...

uscito edberg il tennis è morto.

Tex Willer ha detto...

a me è piaciuto tantissimo panatta con colpi di fioretto come piace a voi e nell'anno di roma e parigi pur contro atleti che menavano tipo vilas altro grande io mi spiravo a lui con fascia e capelli lunghi e aprivo di dritto come guillermo certe legnate poi di rovescio facevo cagare e perdevo sempre che sti stronzi mi giocavano sempre lì
insomma panatta era un fiorettista coi fiocchi grandi colpi e geometrie perfette peccato che ha avuto contro gente più forte fisicamente e torniamo daccapo il tennis è anche forza bruttttta

Democristiano Ronaldo ha detto...

nel pantheon personale dei magnifici 5 .. leggete bene ..

Pier Luigi Bersani: «Papa Giovanni. Perché riusciva a cambiar le cose rassicurando»

Bruno Tabacci: «Alcide De Gasperi e Giovanni Marcora»

Laura Puppato: «Tina Anselmi e Nilde Iotti»

Matteo Renzi: «Nelson Mandela e Lina, 29 anni, blogger tunisina»

Nichi Vendola: «Un uomo che molto più di tanti politici è riuscito a indagare temi importantissimi. Un uomo che ci manca molto: il Cardinale Carlo Maria Martini».

vale quello che ho detto ieri ..
andate affanculoooooooo

U carcamagnu ha detto...

Edberg come sampras becker ivanisevic mcenroe tutti furbetti del serve and volley,
Mollaccioni frocetti capaci do vincere solo coi rimbalzi fasulli dell erba ......


Quando Ivan li infilava come tordi allo spiedo era sempre un piacere .....

Mariello ha detto...

Edberg come sampras becker ivanisevic mcenroe tutti furbetti del serve and volley,
Mollaccioni frocetti capaci do vincere solo coi rimbalzi fasulli dell erba ......


Quando Ivan li infilava come tordi allo spiedo era sempre un piacere .....
-------

ma vai a cagare
poi arriva il cinesino mangia banane ed al nipote scemo di Zeman glielo butta nel culo.
quando si citano i grandi chissà perchè si nominano McEnroe, Edberg, Sampras, Jimbo, Federer e mai i pallettari come Wilander et similia.
Ha ragione Gattone Mecir ad ogni modo...

U carcamagnu ha detto...

Lendl é come la juve per i giornalisti, non va menzionato, le sue vittorie sminuite, in realtà era una macchina da gioco impressionante, citare la sconfitta con chang é come ricordarsi della juve perché ha preso gol da magath.

U carcamagnu ha detto...

Mecir era un pippone con il culo basso, edberg un ricchione sfondato, e il tennis é morto con il genio assoluto di Agassi.

Sobh! ha detto...

a me piacevano Pat Cash e Yannick Noah

gattone Mecir ha detto...

è vero quando Agassi vinse Wimbledon...fini il tennis è inizio un altro sport!

KarmaKoma ha detto...

la mai classifica personale.
1. john il pazzo
2. tacchino freddo
3. il capellone diventato pelato
4. jimbo l'urlatore
5. pietro il messicano

mai amati:

1. ivan il faccione
2. due coglioni borg
3. il bombardiere rosso

Mariello ha detto...

Lendl é come la juve per i giornalisti, non va menzionato, le sue vittorie sminuite, in realtà era una macchina da gioco impressionante, citare la sconfitta con chang é come ricordarsi della juve perché ha preso gol da magath.
---------

consiglio rilettura dei palmares.
nessuno nega che Lendl fosse forte ma non entra nella top ten di tutti i tempi perchè semplicemente non aveva il genio. E' come paragonare MEssi e Hubner.

Tex Willer ha detto...

più umano dell'umano (cit.)
vedere per credere
http://cinemaestri.blogspot.com/2012/11/le-avventure-di-tintin-il-segreto.html

Anonimo ha detto...

Mariello quanto hai ragione ! John Mc lo vidi da bambino in una esibizione a San Benedetto spaccare 2 racchette contro Borg . Da allora per me il tennis è stato solo matti di talento . Vedere perdere Federer fa proprio male !

Billy Beane ha detto...

ieri ho visto un bel film su SKY

L'arte della vittoria!

KarmaKoma ha detto...

Mariello quanto hai ragione ! John Mc lo vidi da bambino in una esibizione a San Benedetto spaccare 2 racchette contro Borg . Da allora per me il tennis è stato solo matti di talento . Vedere perdere Federer fa proprio male !
--------------------

ma vi ricordate quando si scontravano John e Jimbo?

stupendi !!!

borg? che due coglioni ... d'altronde da uno che si sposa la bertè ...

DHL ha detto...

TNT Stadium????

Tex Willer ha detto...

E PERCHè VOLEVI bARTOLINI??

SDA ha detto...

e io chi sono?

Scirea ha detto...

ma vi ricordate quando si scontravano John e Jimbo?

stupendi !!!

borg? che due coglioni ... d'altronde da uno che si sposa la bertè ...
---------

inoltre il talento non si infortuna.
chiediamoci perchè Federer in carriera NON SI E' MAI RITIRATO in alcuna partita mentre a turno i vari Murray, Djokovic, Nadal e simili sono alle prese con malanni muscolari.
E' vero che macinano gli avversari sul ritmo e la corsa ma macinano anche il proprio fisico.
insomma il vecchio classico concetto: "il pallone non suda" è sempre valido.
chi ha tecnica fatica meno ed ottimizza la gestione delle risorse rispetto ai podisti...

KarmaKoma ha detto...

E' vero che macinano gli avversari sul ritmo e la corsa ma macinano anche il proprio fisico.
insomma il vecchio classico concetto: "il pallone non suda" è sempre valido.
chi ha tecnica fatica meno ed ottimizza la gestione delle risorse rispetto ai podisti...
---------------------------

se non sbaglio il buon Jimbo è arrivato fino ai 40 ... due coglioni borg sotto i trenta se non sbaglio ...

Detari ha detto...

il più grande di tutti
Henry Leconte
uno che con la panza ha rischiato di vincere il Roland Garros

solo lui davanti a Pietrino Pistola

Detari ha detto...

terzo classificato John Maccherone
il resto è fuffa

Anonimo ha detto...

Sampras , Federer , John Mc . L'ordine decidetelo voi . Giocatori di Tennis con una grande anima . Impossibile non amarli .

Mark'O ha detto...

per non dimenticare:
horst skoff....vi ricordate?
moglie: mrs. world ulla weigerstorfer
gran bell minkione, morto a 40 anni in un bordello a hamburgo qualche anno fa (con 50 kg in piu)

Mark'O ha detto...

ho trovato questo commento:

Conoscevo Horsty , grandissima persona nonostante la nomea di giocatore scorretto. L ATP si vergogni , lo ha fermato per un doping inesistente , ha perso la causa ma lo ha distrutto umanamente. Ora nel sito nemmeno un accenno della morte…Non riusciva a far nulla nel mondo del tennis, era tagliato fuori

Mark'O ha detto...

vedo che qua la gente dorme:

oggi 20 anni fa: ERNST HAPPEL RIP!!!!

U carcamagnu ha detto...

Ciao mark hai ragione da vwndereil culo, ma io son proiettato nel futuro prossimo perché se conte mi vince la champions con chiellini giovinco un vecchio e dei negri buoni per i 100mila siepi questo blog si chiamerà Mistico CONTE JUVE MINKIA CLUB....

Mark'O ha detto...

:D sounds good! per me va bene carca, io saro' sempre al tuo fianco...( come la cacca sul piede di nedved quando fa il jogging a-ugh)

Tex Willer ha detto...

A FURIA (cavallo dell'est) di soffiare sul fuoco ci scappa la guerra civile

Tex Willer ha detto...

toh vincè l'amico tuo
Paolo Barnard contro Romano Prodi: "E' il vero criminale italiano"

Tex Willer ha detto...

chi di roma ferisce di lazio perisce

Michel Platini ha detto...

Senza Conte, ma in testa: sorpreso?
«In tribuna o in panchina poco cambia, c’è il telefono per comunicare con il vice. E poi il tecnico è fondamentale nella gestione del gruppo, ma durante la partita conta zero: sono i giocatori che decidono. Ho fatto entrambe le cose...».

Michel Platini ha detto...

E quel sogno di consegnare la Champions alla sua Juve?
«Resiste. Se non mettono limiti ai miei mandati, però».

Anonimo ha detto...

Giochino : La Juventus dei giocatori , fuoriclasse e non dei passati campionati di serie A , che non hanno mai indossato la nostra corazza :

Marchegiani
Maicon
Maldini
Samuel
Renica
Donadoni
Rijkaard
Ancelotti
Lentini
Eto'o
Van Basten







Tex Willer ha detto...

Ken Clark, non dico una bestemmia, in smoking è addirittura meglio del più celebre collega Sean Connery prima maniera. E poi c'è lei, la più amata dagli italiani ancora oggi:
Margaret Lee

http://cinemaestri.blogspot.com/2012/11/agente-077-dalloriente-con-furore.html

Tex Willer ha detto...

sto piangendo mentre recensisco Dersu Uzala il piccolo uomo delle grandi pianure

Anonimo ha detto...

Petkovic sembra il primo Lippi e il centrocampo della Lazio non ha nulla da invidiare al nostro. Spero di sbagliarmi .

Tex Willer ha detto...

doma ni lo sapremo se sbagli o vedi lontano come le mie fosche previsioni del momento
ma è tempo de piagne tutti insieme
qui

http://cinemaestri.blogspot.it/2012/11/dersu-uzala-il-piccolo-uomo-delle.html

Tex Willer ha detto...

vi piacque tanto l'altra volta
e così ho pensato di farvi il bis

http://cinemaestri.blogspot.com/2012/11/la-vita-volte-e-molto-dura-vero.html

Tex Willer ha detto...

solo per mark e i dark affezionati del blog

http://riviera-del-conero.blogspot.com/2012/11/gotico-numanese.html

Mark'O ha detto...

bella zio! :)

Tex Willer ha detto...

dario argento me fa 'na pippa
eh mark?
;-))

Detari ha detto...

bene giovinco che però è al solito un coito interrotto.
dentro Matri per Quaglia (o al max Bender ma solo se costretti) per lottare con la difesa laziale.
Pogba è l'esempio chiarissimo di cosa significa velocità di pensiero se lo si paragona a Pirlo.
Dentro caceres al posto di Isla che sulla sua fascia si può far male.
Petkovic nuovo lippi? vecchio catenacciaro direi Candreva terzino aggiunto ne è l'emblema
Orsato ci è o ci fà?

Pigio ha detto...

La Lazio è l'anticalcio.
E Petkovic a Lippi non gli accende nemmeno il sigaro.

Detari ha detto...

Petkovic sarà un signore ma è il nuovo Cosmi :-D

Mark'O ha detto...

peccato che non abbiamo certezze la davanti prima dell finalissima

matri ormai lo si puo mandare su marte
e gli altri boh

Anonimo ha detto...

lo scopo del gioco sarebbe quello di buttarla tra quelle tre travi di nome porta...si richiede giocatore che non abbia paura di farlo!

Mark'O ha detto...

e vogliamo parlare dei cross...mai bestimmiato come oggi...giocatori di serie a che non riescono a alzare la palla di mezzo metro *facepalm*

Tex Willer ha detto...

serve un nove sul nuovo post